Home Cultura Adesso tutti vogliono le bambole del sesso. Centinaia già in coda

Adesso tutti vogliono le bambole del sesso. Centinaia già in coda

21
0
Condividi

Centinaia di mail e telefonate in un giorno, molte (pare più di cento) per prenotare un appuntamento. «Stiamo impazzendo», dicono (ben felici) i soci di Lumi Dolls il giorno dopo. Perché se nelle interviste per strada prevalgono la pudicizia e il moralismo dei torinesi, nei bar e negli uffici la reazione alla notizia dell’apertura sotto la Mole del primo italiano con bambole ha avuto riscontri di tutt’altro genere.

Così, la sezione torinese del sito è stata messa a dura prova, con centinaia di migliaia di visite. Perché anche molti di quelli che bollano l’iniziativa con commenti sui social che stroncano l’idea, alla fine, un’occhiata sono andati a darla pure loro.

 

Adesso tutti vogliono le bambole del sesso. Centinaia già in coda ultima modifica: 2018-08-09T09:04:27+00:00 da Redazione Rete 7