Anche Ryanair e Disney+ annunciano un aumento dei prezzi

AGI – Con l’impennata dei prezzi dell’energia, accelerata con la guerra in Ucraina, è finita l’era dei biglietti aerei a 10 euro o meno. Lo ha detto l’amministratore delegato della compagnia aerea low cost Ryanair, Michael O’Leary, in una intervista a Bbc Radio 4.

“Penso che non ci saranno più biglietti a dieci euro perché i prezzi del petrolio sono molto più alti da quando la Russia ha invaso l’Ucraina e penso che non ci saranno più quei prezzi per alcuni anni”, ha detto il manager. Secondo O’Leary, le tariffe medie dei biglietti di Ryanair dovrebbero aumentare di circa 10 euro, a circa 50 euro a tratta nei prossimi 5 anni.

Aumenti anche per Disney+

Con un totale di 221,1 milioni di utenti (che comprendono i 152,1 milioni di di Disney+, i 46,2 milioni di abbonati di Hulu e i 22,8 milioni di ESPN+), Disney+, la piattaforma di streaming video di proprietà di Disney Company, ha superato la concorrente Netflix, ferma a 220,7 milioni di utenti. Cinque anni dopo il lancio del servizio. Non solo. Il gigante dei media ha fatto sapere che aumenterà il costo mensile di Disney+ senza pubblicità del 38%

Per fare chiarezza, Disney offrirà una versione supportata dalla pubblicità a partire dall’8 dicembre a 7,99 dollari al mese (lo stesso prezzo di adesso per la versione senza pubblicità). La versione senza pubblicità avrà invece un costo di 10,99 dollari.

Sono alcuni dei dati emersi in occasione della presentazione dei risultati finanziari del terzo trimestre fiscale. La società ha inoltre ribadito che Disney+ diventerà redditizia entro la fine del suo anno fiscale 2024. I servizi di streaming della Disney hanno perso 1,1 miliardi di dollari nell’ultimo trimestre.

Nonostante il sorpasso di Disney+ su Netflix, la società ha anche abbassato le sue previsioni di abbonati a lungo termine. Complice l’aumento dei prezzi e la perdita di importanti esclusive (Disney+ ha perso i diritti della Premier League di cricket in India), la compagnia si attende un calo degli abbonati da qui al 2024: meno 15 milioni di iscritti, con una forbice che oscilla tra 215 e 245 milioni di utenti totali.