Home Eventi Aree Protette dell’Ossola, regole nel rispetto della natura

Aree Protette dell’Ossola, regole nel rispetto della natura

11
Condividi

L’Ente di Gestione delle Aree Protette dell’Ossola ricorda l’importanza di condurre i cani al gunzaglio e gettare i rifiuti negli appositi contenitori, soprattutto in questo periodo di grande affluenza di visitatori

Sono soltanto cinque i guardiaparco dell’Ente di Gestione delle Aree Protette dell’Ossola che, insieme agli operatori del Servizio Civile, svolgono nel Parco Veglia-Devero e Alta Valle Antrona attività formativa e informativa, di vigilanza e di controllo per una corretta fruizione e per garantire una visita pacifica, che non vada a disturbare la fauna selvatica, spesso invisibile. Perché tutti possano godere delle bellezze naturali del Parco e vivere appieno le attività che offre, da una camminata lungo i sentieri ad una piacevole sosta presso le strutture ricettive che qui si trovano, l’Ente ricorda due semplici regole, tanto più importanti in questo periodo estivo di forte affluenza di visitatori:

– I cani vanno tenuti sempre al guinzaglio, nel rispetto della fauna che vive nel Parco;

– Ciascun tipo di rifiuto organico deve essere raccolto e gettato negli appositi cassonetti (che si trovano a valle) oppure nei cestini che si trovano nelle aree.

Grazie alla collaborazione di ciascuno è possibile mantenere l’ambiente pulito, nel rispetto di chi ama e frequenta le montagne, così come degli animali che la popolano. Con piccole attenzioni, l’ospitalità e l’accoglienza possono essere mantenute e migliorate.

Per maggiori informazioni: 

Pagina Facebook: @areeprotette.ossola 

Pagina Instagram: @parchi_veglia_devero_antrona

  • ossola
  • Alpe Devero
  • valle antrona
  • Parco Alpe Veglia e Alpe Devero
    Aree Protette dell’Ossola, regole nel rispetto della natura ultima modifica: 2020-07-31T14:16:16+02:00 da Redazione Rete 7