Home Eventi Aree Protette dell’Ossola, regole nel rispetto della natura

Aree Protette dell’Ossola, regole nel rispetto della natura

6
Condividi

L’Ente di Gestione delle Aree Protette dell’Ossola ricorda l’importanza di condurre i cani al gunzaglio e gettare i rifiuti negli appositi contenitori, soprattutto in questo periodo di grande affluenza di visitatori

Sono soltanto cinque i guardiaparco dell’Ente di Gestione delle Aree Protette dell’Ossola che, insieme agli operatori del Servizio Civile, svolgono nel Parco Veglia-Devero e Alta Valle Antrona attività formativa e informativa, di vigilanza e di controllo per una corretta fruizione e per garantire una visita pacifica, che non vada a disturbare la fauna selvatica, spesso invisibile. Perché tutti possano godere delle bellezze naturali del Parco e vivere appieno le attività che offre, da una camminata lungo i sentieri ad una piacevole sosta presso le strutture ricettive che qui si trovano, l’Ente ricorda due semplici regole, tanto più importanti in questo periodo estivo di forte affluenza di visitatori:

– I cani vanno tenuti sempre al guinzaglio, nel rispetto della fauna che vive nel Parco;

– Ciascun tipo di rifiuto organico deve essere raccolto e gettato negli appositi cassonetti (che si trovano a valle) oppure nei cestini che si trovano nelle aree.

Grazie alla collaborazione di ciascuno è possibile mantenere l’ambiente pulito, nel rispetto di chi ama e frequenta le montagne, così come degli animali che la popolano. Con piccole attenzioni, l’ospitalità e l’accoglienza possono essere mantenute e migliorate.

Per maggiori informazioni: 

Pagina Facebook: @areeprotette.ossola 

Pagina Instagram: @parchi_veglia_devero_antrona

  • ossola
  • Alpe Devero
  • valle antrona
  • Parco Alpe Veglia e Alpe Devero
    Aree Protette dell’Ossola, regole nel rispetto della natura ultima modifica: 2020-07-31T14:16:16+02:00 da Redazione Rete 7