Bertini d’argento nel fioretto under 20 agli Europei Giovani e Cadetti

NOVI SAD (SERBIA) (ITALPRESS) – La gara individuale Under 20 di fioretto femminile, che ha aperto oggi i Campionati Europei Giovani e Cadetti di Novi Sad 2022, ha regalato all’Italia la medaglia d’argento di Irene Bertini. E’ della pisana dei Carabinieri il primo podio azzurro della kermesse continentale in Serbia, al termina di una gara entusiasmante. E’ mancato soltanto il sigillo finale nel match per l’oro, vinto con il punteggio di 15-12 dalla britannica Carolina Stutchbury, che però nulla toglie alla grande prestazione offerta dalla 17enne, prodotto dell’US Pisascherma. Ai piedi del podio la comasca Carlotta Ferrari, che ha chiuso quinta, nono posto invece per la romana Giulia Amore (Fiamme Oro), entrambe sconfitte dalla rumena Karina Vasile, che in semifinale è stata superata per 15-10 da Irene Bertini in un assalto perfetto interpretato dalla toscana. L’azzurra, che aveva cominciato la giornata con 5 vittorie e una sola sconfitta nella fase a gironi, s’è avviata a grandi falcate verso il podio dominando, uno dopo l’altro, tutti gli assalti del tabellone a eliminazione diretta.
Nel turno delle 64 la pisana ha rifilato un 15-6 all’israeliana Koren, poi ha superato l’insidia della moldava Cojacori, battendola 15-12, e ha conquistato un posto tra le “top 8” dominando la polacca Zurawska, ancora per 15-6. Stessa musica e uguale punteggio nel match che valeva la “zona medaglia”: il terzo 15-6 di giornata, inflitto stavolta alla francese Rousseau, ha portato Irene tra le “magnifiche quattro”. Un risultato solo sfiorato da Carlotta Ferrari. La fiorettista di Como, testa di serie numero 1 dopo la fase a gironi, ha sconfitto in rassegna la lettone Sitova (15-6), l’israeliana Kuritzky (ancora per 15-6) e la britannica Williams-Stewart (15-8), andando a giocarsi un posto sul podio contro la romena Vasile che l’ha battuta per 15-9 in un assalto che lascia più rimpianti di quel che dica il risultato finale, visto che, dopo un inizio difficile, l’azzurrina era riuscita a riportare il match in equilibro prima di subire un nuovo allungo della sua avversaria. La stessa portacolori della Romania, nell’assalto precedente, aveva lasciato sulla soglia delle “top 8” Giulia Amore: dopo essersi nettamente imposta, con un duplice 15-7, sulle ungheresi Kovacs e Kollar, la capitolina ha perso per 15-13 contro la Vasile lottando fino all’ultima stoccata.
Si è fermata nel tabellone da 32 Matilde Molinari, finendo 24^: la “cadetta” padovana, impostasi per 15-3 sulla ceca Kocourova nel primo incontro di “diretta”, è stata poi eliminata dalla polacca Lachman con il punteggio di 15-9. Nella gara di sciabola maschile il migliore degli azzurrini è stato Pietro Torre, che ha concluso al nono posto. Numero 2 del tabellone dopo la fase a gironi, il livornese delle Fiamme Oro, saltato il turno da 64, nei 32 ha battuto 15-8 lo sloveno Krajnc ma nel match per l’accesso tra i migliori otto ha perso 15-13 contro il francese Garrigue. Stop al turno dei 32 per gli altri tre sciabolatori italiani. Emanuele Nardella, dopo aver superato 15-3 il greco Stragalis, si è arreso per 15-10 al rumeno Enache. Giorgio Marciano, che aveva esultato per il 15-14 inflitto al bulgaro Zlatarov, è uscito contro il tedesco Kuzmin, con il punteggio di 15-12. Out con l’ungherese Pinter (15-6) invece Lorenzo Ottaviani, che nell’assalto dei 64 aveva battuto 15-5 l’azero Huseynli. Domani, nella seconda giornata dei Campionati Europei Giovani e Cadetti di Novi Sad 2022, che termineranno il 7 marzo, sono in programma le gare Under 20 di fioretto maschile e spada femminile. Per l’Italia in pedana i fiorettisti Jacopo Bonato, Damiano Di Veroli, Giulio Lombardi e Tommaso Martini, e le spadiste Gaia Caforio, Carola Maccagno, Lucrezia Paulis e Vittoria Siletti.
(ITALPRESS).