Biennale Arte: il suono della guerra in Ucraina al Padiglione della Polonia

(Adnkronos) – “Weeeeeeeeeeeeee”. “Tududududu”. “Tzssgrgrgrgrgrgrgrtz”. “Ssssssssss Thuukhh”. “Tatatatatatatata”, “Shhhhhhhssssshhhhsssh”, “Uuuuuuuuuuuuuu”, “TrrrrrrrrrrrrrrrrThrrrrrrrr, “Wuuuuuuufff Buuuhh Buuhhff!”. “Nan Nan Nan Nan Nan Nan Nan”. Il suono della guerra in Ucraina viene ripetuto, da chi lo ha vissuto ed è stato costretto a lasciare la sua casa dopo l’invasione della Russia, per un campo profughi, un ostello o un albergo, e dai visitatori del Padiglione della Polonia alla 60/a Esposizione internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, come in un karaoke.