Bittner “In Coppa del Mondo azzurri subito protagonisti”

ROMA (ITALPRESS) – L’Italia del pentathlon moderno sorride al termine della prima tappa della World Cup 2022, appena conclusa a Il Cairo, in Egitto. Il primo posto di Elena Micheli (Carabinieri), nella gara individuale femminile, e il quarto di Matteo Cicinelli (Carabinieri), in quella maschile, rappresentano dei grandi risultati. Il bilancio poi è decisamente positivo grazie a cinque atleti, tre donne e due uomini, arrivati alla finale, che secondo il nuovo format di gara prevede 18 partecipanti. A completare il bilancio azzurro positivo il nono posto di Maria Lea Lopez (Carabinieri), all’esordio in Coppa del Mondo in una gara individuale, il sedicesimo di Aurora Tognetti (Carabinieri), e il diciassettesimo di Alessandro Colasanti (Carabinieri).
“Il bilancio è oltremodo positivo. Non eravamo certi di come avrebbero reagito i nostri atleti al nuovo format, anche se avevamo avuto già segnali importanti. Abbiamo avuto cinque atleti su otto nelle finali individuali, un’ottima prestazione. Tutto funziona, l’esordio è andato bene e come si dice ‘chi ben comincia è a metà dell’operà”, ha commentato il presidente della Federazione italiana, Fabrizio Bittner.
“Elena Micheli ha qualità importanti e questo, mi auguro, sarà il suo quadriennio. Maria Lea Lopez ha dimostrato di sapersi esprimere ad alto livello ed è tornata a esprimersi con buoni risultati anche Aurora Tognetti. Siamo contenti delle ragazze che stanno crescendo dietro Elena Micheli e Alice Sotero. Tra gli uomini Matteo Cicinelli è tornato al suo livello con un quarto posto da protagonista. Un chiaro segnale che il settore maschile, rimasto fermo per molto tempo prima delle Olimpiadi di Tokyo, sta tornando”, ha detto ancora Bittner.
“Nell’ultimo anno e mezzo prima dei Giochi in Giappone, il direttore tecnico Roberto Naccari aveva impostato buone basi di riferimento sulle quali il nuovo dt Andrea Valentini ha costruito e sta costruendo un ottimo percorso. La strada è quella giusta e questa partenza ci dimostra che le scelte fatte fino a ora ci stanno portando nella giusta direzione”, ha concluso il presidente della Fipm.
Nella staffetta mista che ha chiuso, oggi, la prima tappa della World Cup, la coppia azzurra formata da Maria Beatrice Mercuri (Fiamme Oro) e Stefano Frezza (Aeronautica) ha chiuso all’ottavo posto con 1060. La gara è stata vinta dalla coppia egiziana formata da Mohanad Shaban e Salma Abdelmaksoud (1359 punti), davanti ai britannici Jessica Varley e Ross Charlton (1341) e ai turchi Bugra Unal e Ilke Ozyuksel (1333).
La prossima tappa della World Cup 2022 di pentathlon moderno è in programma a Budapest, in Ungheria, dal 26 aprile al primo maggio.
(ITALPRESS).