Home In evidenza “BLACK FRIDAY” DELLA GRAPPA: GUARDIA DI FINANZA SEQUESTRA LABORATORIO CLANDESTINO

“BLACK FRIDAY” DELLA GRAPPA: GUARDIA DI FINANZA SEQUESTRA LABORATORIO CLANDESTINO

10
Condividi

Il “Black Friday” della è stato rovinato, per così dire, dai baschi verdi della Guardia di Finanza, che nei giorni scorsi hanno sequestrato un laboratorio clandestino ove venivano prodotti abusivamente ettolitri di distillati.
In un deposito di Montalenghe (TO), già teatro nei giorni scorsi di un altro intervento delle “Fiamme Gialle”, per sfruttamento del lavoro, i militari hanno rinvenuto all’interno di uno scantinato tutte le attrezzature utilizzate per l’illecita produzione di acquavite: alambicchi in rame, aromi (tra questi derivati della Liquirizia), fornelletti a gas e centinaia di litri di distillato: una quantità ingente che inequivocabilmente non poteva, essere destinata ai due soli cittadini cinesi, marito e moglie, proprietari dell’immobile.
Il prodotto sequestrato e la stima di quanto avrebbero potuto ancora produrre illecitamente porta a circa 2 tonnellate di prodotto distillato con un’evasione di imposta pari a 20.000 euro
Per i due è scattata la denuncia all’Autorità Giudiziaria ed il materiale è stato posto sotto sequestro in attesa del provvedimento di confisca e distruzione.
Il reato di fabbricazione clandestina di bevande alcoliche si ha quando l’autore fabbrica alcol o bevande alcoliche clandestinamente, vale a dire in locali o con apparecchi non previamente denunciati o verificati, o costruiti o alterati in modo che il prodotto possa essere sottratto all’accertamento. La pena prevista è della reclusione da sei mesi a tre anni e della multa dal doppio al decuplo dell’imposta evasa, non inferiore in ogni caso a 7.746 euro.

“BLACK FRIDAY” DELLA GRAPPA: GUARDIA DI FINANZA SEQUESTRA LABORATORIO CLANDESTINO ultima modifica: 2019-12-03T10:39:10+01:00 da Redazione Rete 7