Bombardata una scuola nella regione di Luhansk. Zelensky: “Salvi 300 civili nell’acciaieria”

AGI – Le forze russe hanno bombardato una scuola nel villaggio di Belohorivka, nella regione di Luhansk, dove 90 persone si erano rifugiate. Lo ha scritto su Telegram l’Amministrazione militare regionale di Luhansk, secondo quanto riporta Ukrinform. Circa 30 persone sotto le macerie sono già state salvate, si legge ancora. 

Il ministero della Difesa russo ha confermato che “si è conclusa l’evacuazione dei civili dalla Azovstal di Mariupol”.”L’operazione umanitaria che consisteva nell’evacuare civili pacifici dall’accieria Azovstal si è conclusa oggi”, ha spiegato Mikhail Mizintsev, direttore del Centro di controllo della Difesa russa. “Nell’evacuazione, iniziata il 5 maggio, sono state soccorse 51 persone (18 uomini, 22 donne e 11 bambini)”, ha aggiunto Mizintsev precisando che “solo una persona” è stata soccorsa oggi.