Home news Cronaca CALCOLI SALIVARI: DOLOROSISSIMI E SUBDOLI. COME PREVENIRLI?

CALCOLI SALIVARI: DOLOROSISSIMI E SUBDOLI. COME PREVENIRLI?

187
0
Condividi

Conosciuti già nel mondo antico col nome di “male della pietra”, i calcoli sono degli agglomerati formati da sali minerali e composti organici, che si formano principalmente nel tratto urinario, ma anche nelle vie biliari e, con meno frequenza, nelle ghiandole salivari. In quest’ultimo caso, ad essere maggiormente colpite sono le ghiandole sottomandibolari e, sporadicamente, la parotide, con una maggiore incidenza nel sesso maschile dopo i 40 anni. Estremamente rari sono, invece, i calcoli delle ghiandole sottolinguali e di quelle salivari minori.
La presenza di calcoli, a livello delle ghiandole salivari, determina l’ostruzione dei dotti ghiandolari. Questo blocco impedisce il normale deflusso della saliva, la quale ristagna lì dove è presente il calcolo, provocando il gonfiore e la tumefazione delle ghiandole ostruite. In questo caso, il sintomo tipico è la colica salivare, cioè un un dolore trafittivo di tipo colico, che viene percepito in concomitanza con i pasti, ovvero ogni volta che aumenta la produzione di saliva.
Ne parliamo con il Dott. Massimo Capricci, Otorinolaringoiatra Città della Salute di Torino – Ospedale Molinette

CALCOLI SALIVARI: DOLOROSISSIMI E SUBDOLI. COME PREVENIRLI? ultima modifica: 2017-03-16T16:22:32+00:00 da Redazione Rete 7