Carri armati israeliani alla periferia di Gaza, gli Usa escludono l’invio di truppe

AGI – Nuova notte di scontri tra esercito israeliano e Hamas nella striscia di Gaza. Le forze armate dello Stato ebraico affermano di aver ucciso decine di miliziani palestinesi. Gli Stati Uniti, nel frattempo, escludono l’invio di truppe e insistono sulla necessità di garantire l’approvvigionamento di beni di prima necessità alla martoriata popolazione civile dell’enclave, che conta migliaia di vittime a causa dei bombardamenti. 

La diretta

10:01 60 camion con cibo e medicine attraversano valico Rafah – Un convoglio di 60 camion carichi di acqua, cibo e forniture mediche ha attraversato il valico egiziano di Rafah per raggiungere il valico israeliano di Awja per essere ispezionato prima di entrare nella Striscia di Gaza, in un contesto di deterioramento della situazione umanitaria e sanitaria nell’enclave palestinese. Secondo fonti della Mezzaluna Rossa egiziana, si tratta del più grande convoglio di camion da quando il governo israeliano ha permesso l’accesso degli aiuti umanitari all’enclave palestinese.

09:55 Telefonata tra Santa Sede e Iran: “Evitare di allargare il conflitto” – Questa mattina si è svolta una conversazione telefonica tra monsignor Paul R. Gallagher, Segretario per i Rapporti con gli Stati e le Organizzazioni Internazionali, e Hossein Amir-Abdollahian, ministro degli Affari Esteri della Repubblica Islamica dell’Iran, richiesta da quest’ultimo. Nella conversazione monsignor Gallagher “ha espresso la seria preoccupazione della Santa Sede per quanto sta accadendo in Israele e in Palestina, ribadendo l’assoluta necessità di evitare di allargare il conflitto e di addivenire alla soluzione dei due Stati per una pace stabile e duratura nel Medio Oriente”. Lo afferma il direttore della Sala Stampa della Santa Sede Matteo Bruni.

09:48 La Siria denuncia un altro attacco missilistico da Israele – La Siria ha accusato oggi Israele di aver lanciato un nuovo attacco contro due postazioni delle sue forze nella provincia di Deraa, nel sud del Paese e dove poco prima era partito un lancio di proiettili contro il territorio israeliano, ha riferito l’agenzia di stampa ufficiale siriana SANA. Gli israeliani hanno attaccato due postazioni delle truppe fedeli al presidente siriano Bashar al-Assad, citando una fonte militare non identificata. Secondo i media ufficiali, i missili sono stati lanciati dalla direzione del Golan, territorio siriano occupato e annesso unilateralmente da Israele.

09:36 Trovato il corpo dell’israelo-tedesca Shani Louk – Il corpo della cittadina israelo-tedesca Shani Louk, che si riteneva fosse stato rapita e viva durante l’assalto di Hamas al festival musicale di Reim, è stato ritrovato oggi; la sorella di Louk, Adi, ha confermato la morte di Shani su Instagram, lo scrive il Jerusalem Post. Louk è stata vista in un filmato condiviso il giorno dell’attacco mentre giaceva immobile sul retro di un camion dopo essere stata rapita e portata a Gaza. Non era chiaro se fosse viva nel video, anche se la madre di Louk ha poi dichiarato che era viva. 

09:24 Tajani: “A Gaza 14 italiani fra cui due donne incinte” – “Stiamo seguendo minuto per minuto 14 italiani e 5 loro familiari che sono nella zona rossa della Striscia di Gaza”, ha detto il vicepremier e ministro degli Esteri Antonio Tajani a Rtl 102.5. “Fra loro ci sono due donne incinte, ci stiamo preoccupando delle loro condizioni. Al momento sono stati tutti contattati dal nostro consolato a Gerusalemme. Certamente la situazione è molto complicata a Gaza”.

09:14 Carri armati israeliani alla periferia di Gaza – Le forze di terra dell’esercito israeliano hanno raggiunto la periferia di Gaza City dopo essere avanzate dall’est della Striscia verso l’interno. I carri armati israeliani hanno raggiunto la strada di Salahedin, l’arteria principale dell’enclave palestinese che la attraversa da nord a sud. 

08:52 Al-sisi a Biden: no allo sfollamento dei palestinesi in Egitto – Il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi ha confermato che il Cairo non ha permesso e non permettera’ lo sfollamento dei palestinesi dalle loro terre alle sue terre, durante la telefonata ricevuta ieri dal suo omologo americano, Joe Biden, secondo una dichiarazione del presidenza egiziana.

08:46 Carro armato si ribalta, morto un soldato israeliano – Un soldato israeliano della riserva è morto ieri sera e altri due sono rimasti feriti in seguito al ribaltamento di un carro armato nel nord di Israele, lo ha annunciato oggi l’Idf. Yinon Fleishman, 31 anni, di Gerusalemme, è la vittima. I due feriti sono un ufficiale e un soldato semplice, entrambi appartenenti alle riserve. Le Forze di Difesa israeliane non hanno specificato il motivo del ribaltamento del veicolo blindato. 

08:43 A Jenin quattro palestinesi uccisi e cinque feriti – Quattro giovani sono stati uccisi e altri 5 sono rimasti feriti, all’alba di oggi, durante gli scontri con le forze di occupazione israeliane nella città di Jenin e nel suo campo. Lo scrive l’agenzia palestinese Maan.

08:14 Unicef: a Gaza i bambini hanno solo acqua di mare da bere – I bambini stanno affrontando una situazione “catastrofica” a Gaza e i genitori non hanno altra scelta che dare loro acqua di mare, secondo l’agenzia ONU per l’infanzia Unicef. Toby Fricker, portavoce dell’ente, ha dichiarato a BBC News che le carenze che esistevano a Gaza anche prima dell’attuale conflitto sono state “portate a un altro livello”. “Uno dei membri del nostro staff ha una bambina di quattro e una di sette anni e cerca di tenere le bambine al sicuro, di tenerle in vita ogni giorno”, ha detto. Ha raccontato che stanno bevendo solo acqua salata e sua figlia dice: “Mamma, perché non posso avere di nuovo l’acqua normale che avevamo nei giorni normali?”.

08:09 Israele colpisce infrastrutture militari in Siria – L’esercito israeliano ha dichiarato di aver effettuato attacchi a infrastrutture militari all’interno della Siria, mentre cresce il timore che la sua guerra contro Hamas possa scatenare un più ampio conflitto regionale. “Un jet da combattimento dell’IDF ha attaccato i lanciatori” da cui sono partiti gli attacchi durante la notte verso il territorio israeliano, ha dichiarato l’esercito. Il jet israeliano ha “colpito infrastrutture militari in territorio siriano”.

08:04 Ambasciatore Gb: abbiamo bisogno che Israele vinca – Il Regno Unito ha bisogno che Israele vinca la guerra con Hamas a Gaza, ha dichiarato l’ambasciatore britannico in Israele Simon Walters. “Hamas non deve mantenere il controllo della Striscia di Gaza”, ha dichiarato in un’intervista alla Radio dell’esercito, aggiungendo che “Israele deve attenersi alle leggi di guerra”.

07:50 “Decine” di miliziani uccisi stanotte a Gaza – L’esercito israeliano ha dichiarato che le sue forze hanno ucciso “decine” di militanti negli scontri avvenuti durante la notte a Gaza, mentre continua la sua risposta militare agli attacchi di Hamas del 7 ottobre.
L’esercito ha dichiarato che “le truppe hanno ucciso decine di terroristi che si sono barricati in edifici e tunnel e hanno tentato di attaccare le truppe”, e che un jet da combattimento ha preso di mira un edificio “con piu’ di 20 agenti terroristi di Hamas all’interno”.

07:35 Israele: colpiti oltre 600 obiettivi negli ultimi giorni a Gaza – L’IDF ha dichiarato di aver colpito oltre 600 obiettivi terroristici negli ultimi giorni a Gaza, mentre si sviluppano le operazioni di terra nella Striscia. “Durante gli scontri con i terroristi nella Striscia di Gaza, le truppe dell’IDF hanno ucciso decine di terroristi che si erano barricati in edifici e tunnel e avevano tentato di attaccare le truppe”, afferma l’esecito di Israele.

07:15 La Giordania chiede agli Usa di schierare i Patriot – La Giordania ha chiesto agli Stati Uniti di dispiegare il suo sistema di difesa missilistica Patriot per rafforzare le difese di confine del regno, mentre la guerra tra Israele e Hamas a Gaza provoca nervosismo in tutta la regione, lo scrive il Times of Israel. “Abbiamo chiesto agli Stati Uniti di contribuire a rafforzare il nostro sistema di difesa con i sistemi missilistici di difesa aerea Patriot”, ha dichiarato il portavoce dell’esercito giordano alla TV di Stato. “I droni sono diventati una minaccia su tutti i nostri fronti”, ha dichiarato il generale di brigata Mustafa Hiyari.

04:42 Harris: gli Usa non hanno intenzione di inviare truppe a Gaza – “Non abbiamo alcuna intenzione, né abbiamo piani in proposito, di inviare truppe da combattimento in Israele o a Gaza. Punto”. A ribadirlo alla Cbs, intervistata nel programma ’60 Minutes’, il vicepresidente degli Stati Uniti, Kamala Harris. “Una organizzazione terroristica, Hamas, ha massacrato centinaia di giovani in un concerto. Secondo stime, almeno 400 israeliani sono morti. Israele, è fuori da ogni discussione, ha il diritto di difendersi – aggiunge – ma è molto importante che non ci sia confusione tra Hamas e i palestinesi. I palestinesi meritano pari misure di sicurezza e salvezza, autodeterminazione e dignità, e siamo stati chiari sul fatto che le regole della guerra devono essere rispettate e che vi siano costanti aiuti umanitari”. 

04:22 Domenica più di 30 camion di aiuti sono entrati a Gaza – Più di 30 camion di aiuti sono entrati a Gaza domenica. A fare il bilancio, l’organizzazione umanitaria dell’Onu Ocha. Acqua, cibo e forniture mediche sono arrivate attraverso Rafah, città palestinese a Sud della Striscia, e l’Egitto. “È il piu’ imponente arrivo di aiuti dallo scorso 21 ottobre”, spiega Ocha.