Cdm Under 20, dal 4 al 7/1 a Udine all’insegna della sostenibilità

UDINE (ITALPRESS) – Sarà il primo evento sostenibile certificato nel panorama della scherma. Nasce così la 18^ edizione della Coppa del Mondo Under 20 di spada e fioretto – Trofeo Alpe Adria, che si svolgerà dal 4 al 7 gennaio 2024 alla Fiera di Udine. Questa nuova veste, incentrata sulla sostenibilità ambientale e sociale, è stata svelata nel corso della presentazione ufficiale presso sede di Udine della Regione Friuli Venezia Giulia.
Per il 18° anno la Coppa del Mondo Under 20 di scherma fa tappa in Friuli Venezia Giulia. Dopo aver accolto gli atleti a Lignano Sabbiadoro e al PalaIndoor di Udine, dall’anno scorso il più importante evento schermistico giovanile ospitato in Italia si tiene al Quartiere Fieristico Udinese a Martignacco. Quattro saranno le giornate di gare, da giovedì 4 a domenica 7 gennaio, in cui si svolgeranno otto competizioni: le prove individuali e a squadre di fioretto e spada, femminili e maschili. Quest’anno sfida e rispetto, elementi fondamentali nella scherma, saranno declinati per la prima volta anche in chiave di sostenibilità ambientale e sociale. Gli atleti e le atlete delle federazioni provenienti da tutto il mondo, in Friuli avranno l’occasione di guardare con la stessa attenzione e impegnarsi con determinazione anche per il futuro del pianeta.
Il Comitato Organizzatore Locale (COL) si è assunto l’impegno di misurare l’impronta di carbonio dell’evento e di compensarla per intraprendere l’importante percorso di neutralità climatica secondo PAS 2060 e rendere il Trofeo Alpe Adria il primo evento sostenibile nel mondo della scherma. “Giunti alla 18a edizione – le parole di Paolo Menis, presidente del comitato organizzatore e di Scherma Fvg – ci sentiamo maggiorenni e abbiamo voluto fare qualcosa di speciale. Il tema della sostenibilità è di grande attualità ma pochi davvero compiono delle azioni che hanno un vero impatto. Noi abbiamo deciso di provarci fino in fondo anche perchè gli 800 atleti che verranno a Udine sono tutti ragazzi dai 16 ai 20 anni e rappresentano il futuro, non solo del nostro sport. Il nostro è un piccolo passo avanti ma stiamo dimostrando che è un passo che si può fare, che tutti possono fare”. “In 18 anni il Trofeo Alpe Adria è passato da 60 atleti a oltre 800 – dice il cosigliere federale Fis, Guido Di Guida – questo a testimonianza dell’ottimo lavoro fatto dal comitato organizzatore. La fiducia della Federscherma e della Federazione Internazionale non è mai scontata e si guadagna, ogni anno, sul campo. Il Friuli Venezia Giulia se la sta guadagnando ininterrottamente da quasi 20 anni. Da un punto di vista sportivo, la competizione è la più qualificata tra tutte quelle del circuito di Coppa del Mondo. L’Italia parte da favorita in tutte e quattro le armi”.
“Per me è un onore essere la Madrina di questo evento – ha spiegato Mara Navarria, spadista azzurra – al quale non ho mai potuto partecipare perchè ero già passata nella categoria Assoluti. E’ una vetrina per il mio Friuli e sarà un piacere essere presente alla Fiera. Spesso consideriamo un evento giovanile ‘minorè perchè non ci sono i grandi nomi, ma in realtà è una gara fondamentale per la formazione anche di quei grandi nomi che poi vedremo impegnati sui palcoscenici più prestigiosi come, ad esempio, quello olimpico”.
Le iscrizioni alla gara si chiuderanno la settimana precedente il via delle competizioni, ma l’impressione è che anche quest’anno verrà superata la soglia degli 800 atleti in gara e verrà infranta la barriera dei 60 Paesi rappresentati. L’anno scorso furuno 53 le federazioni accreditate e 810 gli atleti impegnati sulle pedane della Fiera. Come sempre l’Europa schiererà tutte le nazionali più attese come Francia, Ungheria, Germania, Inghilterra e Spagna; la centralità di Udine rispetto ai Paesi dell’Est garantirà la presenza di atleti da Polonia, Romania e da tutti i Balcani. Già iscritte tante nazionali nordiche, dall’Estonia alla Norvegia, passando da Finlandia, Svezia e Danimarca. Una delle potenze schermistiche che non aveva mai portato i suoi atleti al Trofeo Alpe Adria, la Cina, sarà presente per la prima volta con i suoi migliori atleti.
In tema di new entry si possono citare il Vietnam, Taipei e Panama; non mancheranno rappresentanti da Austrialia, Argentina, Canada, Colombia ed Egitto, per citare solo alcuni Paesi extra-europei. I protagonisti più attesi saranno ovviamente i padroni di casa, gli azzurri, che potranno schierare 20 atleti in ogni competizione individuale e, come da tradizione, partiranno con i favori del pronostico. Nel gennaio del 2023 l’Italia vinse il medagliere grazie a 4 ori (tutti nel fioretto), due argenti e tre bronzi, seguita dall’Egitto con due ori e da Israele con un oro, un argento e un bronzo. Nelle edizioni precedenti la prova di Coppa del Mondo ospitata dal Friuli Venezia Giulia aveva messo in luce talenti che si sono poi confermati anche a livello assoluto. Arianna Errigo trionfò nel fioretto a Lignano nel 2007 e nello stesso anno ci fu il successo della friulana Giulia Rizzi nella spada; Rossella Fiamingo vinse nella spada nel 2008; Alice Volpi salì sul gradino più alto del podio nel 2009; Marco Fichera fu due volte oro sempre a Lignano nel 2011 e nel 2012, Luca Curatoli vinse a Udine nel 2014, Federica Isola, ancora Under17, stupì tutti nel 2015. Saranno 8 le competizioni nei 4 giorni di gare. Il programma verrà aperto dalla spada giovedì 4 gennaio con le prove individuali, cui seguiranno venerdì 5 le gare a squadre. Il fioretto sarà protagonista nel weekend: sabato 6 con le gare individuali e domenica 7 con le prove a squadre.
– Foto ufficio stampa Federscherma –
(ITALPRESS).