Chiambretti “Situazione delicata in Rai, non possiamo negarlo”

ROMA (ITALPRESS) – “La Rai è il posto giusto dove stare? Se devo chiudere spero di chiudere bene, dove ho cominciato. Adesso è una situazione delicata della Rai, non possiamo negarlo, non salvo certo la Rai, la Rai si salva da sola, però sono contento di trovarmi in una situazione già precaria, prima ancora di cominciare”. Così Piero Chiambretti nell’intervista con Francesca Fagnani a Belve.Fagnani a quel punto chiede: “L’addio di Amadeus la preoccupa o tutto sommato, diciamo, si libera uno spazio?” e Chiambretti: “Io credo che se qualcuno se ne va qualche motivo ci sarà…che poi sia come dice qualcuno un libero pensiero o un libero mercato, questo lo lasciamo ai diretti interessati”. Per poi concludere con una battuta: “So che in queste ore anche il Papa ha firmato per la Nove!”.
Momenti esilaranti quando si parla della vita privata, anzi intima, del conduttore: dalle terapie sessuali di gruppo degli anni Settanta, alle sue disavventure con il viagra, fino a un poco erotico menage a trois: “anni fa lei raccontò di un suo menage a trois… eravamo due maschi e una ragazza, e abbiamo detto come ci mettiamo?”. E Chiambretti, che ricorda tutto, risponde a una divertita Fagnani, senza tralasciare dettagli. Tra i vari racconti dello showman manca un ricordo della madre, scomparsa 4 anni fa a causa del Covid. E nel parlare di sua figlia Margherita, il conduttore dice: “vorrei avesse qualcosa di mia madre: il coraggio, l’orgoglio, la serietà, l’indipendenza. Vorrei che assomigliasse a lei”. Infine, sulla sua assenza, commenta commosso: “Ho proprio una sensazione che non riesco a capire, ma è quella di averla accanto. Anche in questo momento, mi sembra che sia qui. Non so perchè lo penso, perchè non sono uno di quei mitomani, anzi, io non credo quasi a nulla… però io la sento qui”.
-foto ufficio stampa Belve –
(ITALPRESS).