Come è stata trombata (per legge) l’agricoltura biodinamica

AGI – L’aula della Camera ha approvato l’emendamento di Riccardo Magi (+Eu) che elimina l’equiparazione dell’agricoltura biodinamica a quella biologica. Il testo, già approvato dal Senato a maggio, era stato criticato dagli scienziati, non ultimo il premio Nobel Giorgio Parisi. Una critica che aveva trovato ascolto da parte di Sergio Mattarella.

Dubbi, quelli del Presidente della Repubblica, che ieri sono diventati veri e propri segnali. Fonti parlamentari sottolineano come, nei giorni scorsi, dal Colle fossero giunti segnali con l’espressione di un dubbio ben preciso sulla possibilità di firmare la legge se fosse rimasta inalterata. Ora l’aula della Camera ha accolto le perplessità degli scienziati, da Giorgio Parisi alla senatrice a vita Elena Cattaneo. 

Le modifiche apportate al testo durante l’esame in Aula della Camera della proposta di legge per la tutela, lo sviluppo e la competitività della produzione agricola, agroalimentare e dell’acquacoltura con metodo biologico hanno riscontrato il favore di tutti i gruppi, dopo le perplessità espresse da diverse forze politiche e anche dagli scienziati, non ultimo il premio Nobel Giorgio Parisi. Una critica che aveva trovato ascolto da parte di Sergio Mattarella. Fonti parlamentari sottolineano come, nei giorni scorsi, dal Colle fossero giunti segnali con l’espressione di un dubbio ben preciso sulla possibilità di firmare la legge se fosse rimasta inalterata.

Dunque, l’Aula della Camera ha accolto le perplessità degli scienziati, modificando il testo, dal quale è stata appunto eliminata la tutela dell’agricoltura biodinamica, che era stata inserita durante l’iter a palazzo Madama.

L’articolo 1 del provvedimento, al comma 3, prima delle modifiche, recitava: “Ai fini della presente legge, il metodo di agricoltura biodinamica, che prevede l’uso di preparati biodinamici e specifici disciplinari, applicato nel rispetto delle disposizioni dei regolamenti dell’Unione europea in materia di agricoltura biologica, è equiparato al metodo di agricoltura biologica”.

Un altro riferimento alla biodinamica, eliminato dal testo, era presente nell’articolo 8 relativo al Piano nazionale delle sementi biologiche: “Il ministro, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore presente legge, sentito il Tavolo tecnico e con il supporto scientifico del Crea, adotta un piano nazionale per le sementi biologiche finalizzato ad aumentare la disponibilità delle sementi stesse per le aziende e a migliorarne l’aspetto quantitativo e qualitativo con riferimento a varietà adatte all’agricoltura biologica e biodinamica”. 

Vittoria! Questa mattina la Camera ha votato per eliminare i riferimenti alla #biodinamica dalla legge sull’agricoltura biologica. I miei sono stati gli unici emendamenti presentati in aula sul tema, caso più unico che raro. Bene che manderemo al Senato un testo migliore. pic.twitter.com/gt53iQcYWR

— Riccardo Magi (@riccardomagi)
February 9, 2022

Il provvedimento ora torna ora all’esame del Senato per il via libera definitivo. I due emendamenti approvati sono a prima firma Riccardo Magi che, sui social, esulta: “Vittoria! Questa mattina la Camera ha votato per eliminare i riferimenti alla biodinamica dalla legge sull’agricoltura biologica. Per fortuna gli appelli della comunità scientifica nazionale, che avevano trovato l’appoggio pubblico del Presidente Mattarella già nella cerimonia di consegna del Nobel a Parisi nel novembre scorso, non sono caduti nel vuoto”, scrive il deputato e presidente di Più Europa.