Cominciati i colloqui tra le delegazioni di Kiev e Mosca 

AGI – Oggi è la giornata di un possibile colloquio di pace tra una delegazione ucraina e quella russa in territorio Bielorusso.

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha riferito che nella telefonata col collega Bielorusso, Aleksandr Lukashenko, è stato concordato che “la delegazione ucraina si incontrerà con la delegazione russa senza precondizioni al confine ucraino-bielorusso, vicino al fiume Pripyat”.

Intanto proseguono le esplosioni nei pressi della capitale Kiev dove hanno continuato a suonare le sirene di allerta per bombardamenti. In città è in vigore il coprifuoco per la popolazione per tutta la notte.

Le truppe russe hanno preso il controllo della città ucraina di Berdyansk nella regione di Zaporozhye. Lo ha confermato in conferenza stampa Aleksey Arestovich, consigliere del capo di gabinetto di Volodymyr Zelensky, riporta l’agenzia russa Ria Novosti.

Borrell, forniremo a Kiev anche jet da combattimento

“Forniremo all’Ucrina armi importanti, compresi dei jet da combattimento. L’Ucraina ci ha indicato quali può usare e ci sono alcuni Stati membri che li hanno e li forniremo”. Lo ha dichiarato l’Alto rappresentante dell’Ue per la Politica estera, Josep Borrell, al termine della riunione in videoconferenza dei ministri degli Esteri, il quale ha riferito anche che l’Ue ha deciso di fornire 450 milioni di euro per l’acquisto di armi letali e 50 milioni per materiale non letale” destinati all’Ucraina.

von der Leyen, vogliamo Ucraina in Ue

L’Ucraina è “una di noi e li vogliamo nell’Unione europea”. Lo ha detto a Euronews la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, in un’intervista. “Abbiamo un processo con l’Ucraina che consiste, ad esempio, nell’integrazione del mercato ucraino nel mercato unico”, ha aggiunto.