Condannata a 20 anni in Benin l’oppositrice Reckya Madougou

AGI – L’esponente dell’opposizione beninese Reckya Madougou è stata condannata a venti anni di carcere per reati di terrorismo dal tribunale speciale di Porto Novo, capitale del Benin.

Quattro giorni fa lo stesso tribunale aveva inflitto a un altro esponente dell’opposizione, Joël Aïvo, una condanna a dieci anni.

Dopo oltre venti ore di udienza Madougou, 47 anni, è stata riconosciuta colpevole di “complicità in atti di terrorismo”, accogliendo la richiesta del procuratore presso la Criet, la Corte per la repressione delle violazioni economiche e del terrorismo.

L’organo giurisdizionale, istituito nel 2016, è ritenuto dai detrattori del governo uno strumento per silenziare l’opposizione.