Contraria al presepe omosessuale, Likmeta lascia +Europa

AGI – “Se +Europa pensa di difendere la diversità con ammiccamenti ipocriti alla tradizione, io per il ruolo della Madonna lesbica non sono disponibile. Addio a Più Europa e buon suicidio politico (non assistito)!”.

Così, in un post su Facebook, Anita Likmeta, imprenditrice italiana nata in Albania, ha annunciato l’addio al suo partito, +Europa, che ha postato, sempre su Facebook, delle immagini di presepi che sono tutti in chiave di famiglia non tradizionale: uno con due Giuseppe e il Bambino, un altro con due Marie e il Bambino e uno con la sola Madonna e il Bambino (entrambi neri), a rappresentare una madre single. “Il bello delle tradizioni è che possono cambiare! Buone feste da +Europa”, si legge nel post. 

“La signora Anita Likmeta ha lasciato +Europa in disaccordo con la rappresentazione del presepe LGBT. La dimostrazione che il partito di Riccardo Magi è mille miglia lontano dal Partito Radicale di Marco Pannella che, pur essendo profondamente laico e ateo, rispettava i sentimenti popolari. Questo relativismo etico di una minoranza di dogmatici che prendono in giro le tradizioni e l’identità religiosa è certamente censurato dalla maggioranza degli italiani. Alla signora Likmeta la mia solidarietà”. Lo afferma in una nota il vicecapogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Alfredo Antoniozzi.