Coppa Italia, Juve ai quarti, Salernitana ko per 6-1

AGI – Sarà la Juventus di Massimiliano Allegri ad affrontare il Frosinone nei quarti di finale di Coppa Italia in programma giovedì 11 gennaio. I bianconeri hanno sconfitto con estrema facilità la Salernitana per 6-1 nell’ottavo andato in scena all’Allianz Stadium di Torino. Eppure la serata di Danilo e compagni non era iniziata nel migliore dei modi visto che dopo meno di 60 secondi dal fischio d’inizio era stata la formazione ospite guidata dall’ex Pippo Inzaghi a passare in vantaggio con un diagonale di Ikwuemesi su disimpegno sbagliato di Gatti che invano aveva chiesto all’arbitro il fallo di un avversario.

La Juventus ha immediatamente alzato la pressione e al 12′ ha trovato il pari con Miretti: un indemoniato Chiesa è andato via sulla sinistra crossando verso il secondo palo dove Cambiaso è stato intelligente a fare da torre per l’accorrente Miretti che con il mancino ha battuto Fiorillo. Cinque minuti dopo l’arbitro Ghersini ha fischio un rigore a favore della Juventus per fallo di Sambia su Gatti ma l’intervento del Var ha sancito che il contatto era avvenuto fuori area. A dieci minuti dal riposo, la Juventus ha effettuato il sorpasso: stavolta a fare da torre sul corner di Chiesa è stato Danilo e a finalizzare l’azione è arrivato Cambiaso che con il mancino ha messo la sfera sul palo più lontano. 

È partita ancora dai piedi di Chiesa l’azione del terzo gol juventino: cross dalla sinistra per il colpo di testa a botta sicura di Milik, respinta di piede di Fiorillo e tap-in a pochi passi di Rugani. A un quarto d’ora dal termine il poker bianconero è arrivato con un’autorete al termine di una bella azione corale in cui Milik ha liberato alla conclusione Yildiz la cui respinta di Fiorillo è rimpallata sui piedi di Bronn ed è poi terminata in rete. Il quinto gol è arrivato con un gol-capolavoro ancora di Yildiz che, a due minuti dal termine, si è infilato tra le maglie della Salernitana da sinistra, ha saltato quattro avversari e ha trafitto Fiorillo il quale in pieno recupero, al 46′, ha dovuto raccogliere in fondo alla sua rete anche il definitivo 6-1 messo nel sette da Weah con un gran tiro dalla trequarti. 

Il tabellino

Juventus (3-5-2): Perin 6; Gatti 6, Rugani 6.5, Danilo 6.5; Cambiaso 7.5 (38′ st Kostic sv), Miretti 6.5 (31’st Nonge sv), Locatelli 6, Rabiot 6, Iling-Junior 6 (21’st Weah 6.5); Milik 6.5 (31’st Vlahovic sv), Chiesa 7 (21’st Yildiz 7.5). In panchina: Szczesny, Pinsoglio, Bremer, Huijsen, Muharemovic, McKennie, Nicolussi Caviglia. Allenatore: Allegri 7.
 

Salernitana (4-2-3-1): Fiorillo 5.5; Sambia 4, Bronn 4.5, Lovato 4.5, Daniliuc 5; Legowski 5 (31’st Borrelli sv), Maggiore 5.5 (1’st Bradaric 5); Tchaouna 5.5 (10’st Sfait 5), Botheim 5.5 (10’st Simy 5), Ikwuemesi 6; Stewart 5 (1’st Gyomber 5). In panchina: Costil, Allocca, Fazio, Elia. Allenatore: Inzaghi 4.5. Arbitro: Ghersini di Genova 6. RETI: 1’pt Ikwuemesi, 12’pt Miretti, 35’pt Cambiaso, 9’st Rugani, 30’st Bronn (aut), 43’st Yildiz, 46’st Weah.

Note: serata fredda, terreno in perfetto condizioni. Ammonito: Maggiore. Angoli: 8-1 per la Juventus. Recupero: 2′; 2′.