Home In evidenza CORONAVIRUS, ANCHE MESSI E MIKE MANLEY SI TAGLIANO LO STIPENDIO

CORONAVIRUS, ANCHE MESSI E MIKE MANLEY SI TAGLIANO LO STIPENDIO

9
Condividi

, ANCHE E SI TAGLIANO LO STIPENDIO

I palloni d’oro si tagliano lo stipendio. Dopo l’annuncio della della riduzione dei compensi mensili almeno fino a giugno, una scelta accettata e condivisa dai giocatori, Cristiano Ronaldo in testa, la stessa iniziativa è stata ripresa dal e da . “Vogliamo chiarire che la nostra volontà è sempre stata quella di applicare un ribasso degli stipendi, perché capiamo perfettamente che si tratta di una situazione eccezionale e siamo i primi ad aver sempre aiutato il club quando ce lo ha chiesto. Incluse le molte volte che lo abbiamo fatto di nostra iniziativa”. Ha commentato la ‘pulce’ con un lungo post su Instagram.

“E’ arrivato il momento di annunciare che, a margine della decurtazione del 70% dei nostri stipendi durante lo stato d’emergenza – continua Messi – daremo un contributo affinché i dipendenti del club possano riscuotere il 100% del loro stipendio fino a quando durerà questa situazione”.
Da parte del campione argentino non manca la frecciata ai dirigenti del Barcellona
“Non smette di sorprenderci – scrive ancora Messi – che all’interno del club c’erano alcuni che cercavano di metterci sotto pressione per farci fare qualcosa che noi già sapevamo che avremmo fatto. Se non abbiamo parlato finora, è perché la priorità per noi era quella di trovare soluzioni reali per il club, ma anche per coloro che sarebbero stati maggiormente colpiti da questa situazione”.
Non solo calciatori, lo stesso annuncio di decurtazione dello stipendio arriva anche da noti manager e uomini d’impresa; tra questi Mike Manley, l’a.d. di FCA “Proteggere la salute finanziaria dell’azienda è responsabilità di tutti, a partire naturalmente da me e dal team di leadership. Per raggiungere questo obiettivo e per evitare una riduzione del personale nel secondo trimestre, per i prossimi tre mesi ridurrò il mio stipendio del 50% e i membri del Group Executive Council ridurranno il loro del 30%”. Ha scrittto Manley, in una lettera rivolta ai dipendenti del gruppo.
“Il nostro presidente John Elkann e il nostro consiglio di amministrazione hanno deciso all’unanimità di rinunciare in toto al proprio compenso da qui alla fine del 2020”, aggiunge Manley, spiegando che l’azienda chiederà “alla maggior parte dei dipendenti nel mondo non ancora impattati da riduzione di orario o ammortizzatori sociali di partecipare a questo sacrificio comune accettando un differimento temporaneo del 20% dello stipendio.

CORONAVIRUS, ANCHE MESSI E MIKE MANLEY SI TAGLIANO LO STIPENDIO ultima modifica: 2020-03-31T19:02:54+02:00 da Redazione Rete 7