Home Coronavirus – Informazioni

Coronavirus – Informazioni

Autocertificazione degli spostamenti

Le restrizioni alla mobilità previste nell’articolo 1, comma 1, lettera a), del Dpcm 8 marzo si applicano alle sole persone fisiche. Sono da considerarsi esclusi dalla misura il transito e il trasporto merci, e tutta la filiera produttiva.

Non sono vietati, alle persone fisiche, gli spostamenti su tutto il territorio nazionale per motivi di lavoro, di necessità o per motivi di salute, nonché lo svolgimento delle conseguenti attività da attestare mediante autodichiarazione degli spostamenti, che potrà essere resa anche seduta stante attraverso la compilazione di moduli forniti dalle forze di Polizia.

 

Disponibile QUI il NUOVO modulo di autocertificazione (.pdf)

 

 

DISPOSIZIONI VALIDE

Qui di seguito, a scopo puramente informativo, un estratto delle disposizioni in atto; per l’elenco completo fare riferimento al DPCM 8 marzo 2020 così come modificato dal DPCM 9 marzo modificato dal DPCM 11 marzo

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri – 11 marzo 2020

Il Presidente del Consiglio ha firmato il nuovo provvedimento recante ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 sull’intero territorio nazionale. In particolare:

  • sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell’allegato 1
  • sono chiusi i mercati, indipendentemente dalla tipologia di attività svolta, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari;
  • sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di un metro. Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio;
  • sono sospese le attività inerenti i servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti) diverse da quelle individuate nell’allegato 2
  • restano garantiti i servizi bancari, finanziari, assicurativi nonché l’attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agro-alimentare comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi.

Per tutti i dettagli e per le disposizioni sulle Pubbliche amministrazioni e sulle attività produttive consulta il testo integrale del Decreto del Presidente del Consiglio 11 marzo 2020

Le disposizioni del Dpcm 11 marzo sono valide fino al 25 marzo 2020.

 

 

Divieti e chiusure:

  • vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico
  • divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti in quarantena ovvero risultati positivi al virus
  • vietati gli spostamenti salvo quelli motivati da comprovate necessità, esigenze lavorative o motivi di salute
    Disponibile il modulo di autocertificazione (pdf)
  • chiusi i negozi e le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per quelle di vendita di generi alimentari e di prima necessità come indicato nell’all. 1 del dpcm 11 marzo 2020
  • chiusi i bar, i pub, i ristoranti (possibili le consegne a domicilio), le pasticcerie, le gelaterie e le mense (se non possono far rispettare le distanze minime)
  • sospese le cerimonie civili e religiose, ivi comprese quelle funebri
  • sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati
  • sospese tutte le manifestazioni e gli eventi organizzati in luoghi pubblici o privati
  • sospesi gli eventi di carattere culturale, ludico, sportivo, religioso e fieristico, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico
  • sospesi i servizi educativi per l’infanzia e le attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado, incluse nelle Università
  • chiusi i musei, i cinema, i teatri e i luoghi della cultura
  • chiuse le scuole di ballo, le sale giochi, le sale scommesse, le sale bingo, le discoteche e i locali assimilati
  • sospese le procedure concorsuali pubbliche e private
  • sospese le attività inerenti i servizi alla persona, fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti
  • sospese le attivita’ di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali
  • sospese le attivita’ di centri culturali, centri sociali, centri ricreativi

Cosa resta aperto:

  • gli uffici pubblici
  • le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie
  • le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità come indicato nell’allegato 1 del dpcm 11/03/2020 sia nell’ambito degli esercizi commerciali di vicinato, sia nell’ambito della media e grande distribuzione, anche ricompresi nei centri commerciali
  • fino a mercoledì 25 marzo aperta a Torino la circolazione nella ZTL Centrale e sospesa la sosta a pagamento
  • le lavanderie, le tintorie e quanto indicato nell’allegato 2 del dpcm 11/03/2020
  • i servizi di pompe funebri e le attività connesse
  • garantiti i servizi pubblici essenziali, trasporti e pubblica utilità, postali, finanziari, bancari e assicurativi e le attività accessorie ai settori rimasti in attività
  • le edicole, i tabaccai, i distributori di carburante
  • gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande di stazioni, aeroporti, autostrade e ospedali
  • i luoghi di culto purchè siano adottate misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone

ZTL E STRISCE BLU

Il Comune di Torino sospende la Ztl Centrale e il pagamento delle strisce blu fino al 25 marzo. Lo hanno annunciato in video-conferenza la sindaca Chiara Appendino e l’assessora ai Trasporti, Maria Lapietra.

 

DECRETO #IoRestoaCasa, DOMANDE FREQUENTI SULLE MISURE ADOTTATE DAL GOVERNO

http://www.governo.it/it/articolo/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/14278 (pagina in aggiornamento)

I COMPORTAMENTI DA SEGUIRE

Ministero della Salute: i comportamenti da seguire e i numeri verdi regionali

 

 

Numeri Verdi Regione Piemonte:

800 19 20 20 attivo 24 ore su 24

800 333 444 attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 20

 

 

 

Alcune semplici raccomandazioni per contenere il contagio da Coronavirus:

  • Lavati spesso le mani
  • Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
  • Evita abbracci e strette di mano
  • Mantieni, nei contatti sociali, una distanza interpersonale di almeno un metro
  • Evita l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva
  • Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani
  • Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci
  • Non prendere farmaci antivirali né antibiotici a meno che siano prescritti dal medico
  • Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
  • Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti persone malate
  • I prodotti MADE IN CHINA e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi
  • Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus
  • Se hai sintomi simili all’influenza resta a casa, non recarti al pronto soccorso o presso gli studi medici, ma contatta il medico di medicina generale, i pediatri di libera scelta, la guardia medica o i numeri regionali

 

 

COSA FARE IN CASO DI DUBBI

 

Vademecum pubblicato dal Ministero della Salute su ‘Cosa fare in caso di dubbi’

  1. Quali sono i sintomi a cui devo fare attenzione?
    Febbre e sintomi simil-influenzali come tosse, mal di gola, respiro corto, dolore ai muscoli, stanchezza sono segnali di una possibile infezione da nuovo coronavirus.
  2. Ho febbre e/o sintomi influenzali, cosa devo fare
    Resta in casa e chiama il medico di famiglia, il pediatra o la guardia medica.
  3. Dopo quanto tempo devo chiamare il medico
    Subito. Se ritieni di essere contagiato, chiama appena avverti i sintomi di infezione respiratoria, spiegando i sintomi e i contatti a rischio.
  4. Non riesco a contattare il mio medico di famiglia, cosa devo fare
    Chiama uno dei numeri di emergenza indicati sul sito www.salute.gov.it/nuovocoronavirus
  5. Posso andare direttamente al pronto soccorso o dal mio medico di famiglia
    No. Se accedi al pronto soccorso o vai in un ambulatorio senza prima averlo concordato con il medico potresti contagiare altre persone.
  6. Come posso proteggere i miei familiari
    Segui sempre i comportamenti di igiene personale (lavati regolarmente le mani con acqua e sapone o usa un gel a base alcolica) e mantieni pulito l’ambiente. Se pensi di essere infetto indossa una mascherina chirurgica, resta a distanza dai tuoi familiari e disinfetta spesso gli oggetti di uso comune.
  7. Dove posso fare il test
    I test vengono eseguiti unicamente in laboratori del Servizio Sanitario Nazionale selezionati. Se il tuo medico ritiene che sia necessario un test ti fornirà indicazioni su come procedere.
  8. Dove trovo altre informazioni attendibili
    Segui solo le indicazioni specifiche e aggiornate dei siti web ufficiali, delle autorità locali e della Protezione Civile.

 

 

Coronavirus – Informazioni ultima modifica: 2020-03-11T16:38:43+01:00 da Rete Sette