Da eliminato a testa di serie numero 1, la parabola di Caruso

AGI – Da eliminato nelle qualificazioni a testa di serie numero uno degli Australian Open: è la straordinaria parabola di Salvatore Caruso, il tennista siciliano numero 150 del mondo. Il 29enne di Avola non solo è stato ripescato nel tabellone del primo Slam stagionale al posto del tennista serbo, espulso in seguito alla conferma dell’annullamento del visto per l’Australia. Essendo già stato pubblicato l’ordine ufficiale di gioco della prima giornata, Caruso subentra direttamente in tabellone a Djokovic e quindi domani affronterà il serbo Miomir Kecanonic.

Caruso, eliminato nelle qualificazioni dal giapponese Taro Daniel, era stato estratto come ‘lucky loser’ (ripescato) di riserva del torneo dopo Ernesto Escobedo e Joao Sousa, quest’ultimo avversario di Jannik Sinner martedì.
Se Djokovic non fosse gia’ stato inserito nell’ordine di gioco della prima giornata, la sua posizione nel tabellone sarebbe stata presa dalla testa di serie numero 5 del torneo, Andrej Rublev, con una serie di spostamenti a catena.

Caruso è il decimo italiano in tabellone sul cemento di Melbourne e si va ad aggiungere a Berrettini, Sinner, Sonego, Fognini, Musetti, Mager, Seppi, Travaglia e Cecchinato. L’Italia ha quindi lo stesso numero di tennisti di Francia e Australia (ma quest’ultima grazie alle wild card locali), ,emo solo di Stati Uniti (14) e Spagna (12). 

Sar