Dal padre al figlio: oro combinata a Johannes Strolz, 34 anni dopo Hubert

AGI – Trionfo dell’austriaco Johannes Strolz nella combinata dello sci alpino dei Giochi olimpici di Pechino 2022.

Un oro storico perché conquistato 34 anni dopo quello del padre Hubert che si era imposto nella stessa disciplina alle Olimpiadi di Calgary ’88 ma passato alla storia per essere stato ‘l’eterno secondo’ con 34 podi e soli una vittoria in Coppa del mondo. 

Oggi sulle nevi cinesi di Yanqing il 29enne sciatore del Vorarlberg, che il 9 gennaio scorso era salito per la prima volta sul podio in Coppa vincendo lo slalom di Adelboden, si è imposto sul velocista norvegese Aleksander Aamodt Kilde staccato di 59 centesimi e alla seconda medaglia in pochi giorni dopo il bronzo in supergigante.

Bronzo al canadese James Crawford ad un solo centesimo dall’argento. L’unico azzurro in gara, Christof Innerhofer è giunto decimo a 4″37 da Strolz. Innerhofer, 37 anni altoatesino, due volte medagliato ai Giochi di Sochi 2014 tra discesa libera (argento) e combinata (bronzo), è l’unico atleta al mondo ad avere disputato tutte le gare di combinata a partire dalla sua prima nel 2007 a Reiteralm.