Domani è allerta maltempo in Veneto ed Emilia Romagna

AGI – Allerta meteo in Veneto ed Emilia Romagna per una vasta perturbazione che porterà precipitazioni diffuse e venti intensi.

Veneto

Il meteo regionale in Veneto segnala tra domani, lunedì 30 ottobre, e la prima parte di martedì 31 ottobre 2023 fasi di tempo perturbato con precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale e localmente consistenti specie sulle zone centrosettentrionali. Rinforzo dei venti dai quadranti meridionali in quota e lungo la costa.

Considerati i fenomeni meteorologici previsti, il Centro funzionale decentrato della Protezione civile regionale comunica che, per criticità idraulica, è stata dichiarata la fase operativa di ‘preallarme’ (arancione) dalle 16 di domani lunedì 30 ottobre alla mezzanotte del 1 novembre su tutti i bacini idrografici del Veneto.

È stata inoltre dichiarata, per criticità idrogeologica, la fase operativa di ‘preallarme’ (arancione) dalle 12 di lunedì 30 ottobre alle 14 di martedì 31 sui bacini di Alto Piave, Piave Pedemontano, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Adige-Garda e Monti Lessini, e Basso Brenta-Bacchiglione, e la fase operativa di ‘attenzione’ (gialla) sui restanti bacini.

È dichiarata inoltre, per vento forte, la fase operativa di attenzione su costa e pianura limitrofa da riconfigurare, a livello locale, in fase operativa di preallarme o allarme a seconda dell’intensità del vento dalle ore 12 di domani alle 12 del 31 ottobre. 

Emilia Romagna

Stato di allerta rossa per frane e piene dei corsi minori per la giornata di domani in tutto l’Appennino emiliano, nello specifico nei territori di montagna delle province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna. Lo comunica la Regione Emilia-Romagna. Sempre per frane e piene, l’allerta è invece arancione nella bassa collina e nella pianura delle stesse province; arancione per temporali e vento anche sulla pianura romagnola e sull’area appenninica centro-orientale della regione, nelle province di Forli’-Cesena e Rimini. In tutto il resto dell’Emilia-Romagna vige l’allerta gialla.

Secondo il bollettino emesso dall’Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile sulla base dei dati previsionali Arpae (Agenzia regionale prevenzione, ambiente ed energia), sono previsti quantitativi di pioggia elevati su tutte le aree montuose emiliane e localmente anche sulle pianure occidentali: le precipitazioni potranno generare innalzamenti dei livelli idrometrici nei corsi d’acqua, con probabili superamenti della soglia di moderata criticità.

Si prevede inoltre una generale intensificazione dei venti, con raffiche di burrasca moderata fino ai 75 chilometri all’ora sulla pianura romagnola e sull’Appennino occidentale, mentre sul versante centro-orientale delle montagne potranno arrivare a sfiorare i 90 chilometri all’ora. Questi forti venti comporteranno anche mare agitato al largo della costa di Ferrara, dove sono previsti anche fenomeni di ingressione marina e di erosione del litorale.