Dopo qualche giorno di tregua, è in arrivo il gelo russo

AGI – La grande assente di queste ultime settimane, l’alta pressione delle Azzorre, ha conquistato il bacino del Mediterraneo e una grossa fetta del Vecchio Continente. L’Italia godrà della protezione dell’anticiclone almeno fino a venerdì 17 dicembre.

Stefano Ghetti, meteorologo del sito iLMeteo.it, informa che per i prossimi giorni l’atmosfera su gran parte delle regioni sarà stabile grazie all’anticiclone. Il sole sarà in gran parte prevalente, ma alta pressione in autunno e inverno non sempre è sinonimo di bel tempo, infatti sulla Pianura Padana potrebbe tornare l’incubo della nebbia. La riduzione della visibilità potrà risultare importante sulle pianure di Piemonte, Lombardia ed Emilia rendendo il cielo invisibile in città come ad esempio Asti, Alessandria, Pavia, Milano, Bologna e Modena. In taluni casi la nebbia potrà essere persistente per tutto il giorno, causando giornate decisamente molto fredde.

Sul resto d’Italia il tempo sarà più soleggiato anche se al Sud e su Abruzzo e Molise la nuvolosità sarà più presente e a volte anche compatta. Questa situazione potrebbe cambiare radicalmente nel corso del weekend. La spinta verso la Scandinavia dell’alta pressione favorirà l’arrivo di correnti gelide dalla Russia che tra sabato 18 dicmebre e domenica 19 dicembre investiranno le regioni adriatiche centro-meridionali dove la neve scenderà a quote via via più basse

Nel dettaglio

Mercoledì 15 dicembre – Al nord possibili nebbie fitte in pianura. Al centro ciuelo coperto su Abruzzo e Molise, rari piovaschi. Al sud molte nubi su Gargano, Appennini, Sicilia settentrionale.

Giovedì 16 dicembre – Al nord possibili nebbie diffuse in pianura, sole in montagna. Al centro cielo coperto su Adriatiche e Lazio, precipitazioni sugli Appennini. Al sud cielo a tratti molto nuvoloso o localmente coperto.

Da sabato 18 dicembre ingresso di venti freddi al Centro-Sud con neve in collina.