È il giorno delle sanzioni contro la Russia, gli annunci ora per ora

AGI – Dopo che la Russia ha riconosciuto due regioni separatiste orientali e ha ordinato alle truppe di sostenere le loro richieste di indipendenza l’Occidente è al lavoro sulle sanzioni. Ecco la cronologia di una giornata convulsa, iniziata dopo il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite nella notte e che si concluderà con l’annuncio delle misure americane:

  • Ore 2.25 – L’Australia condanna la decisione del leader russo di inviare le truppe russe in due regioni filorusse nell’Ucraina orientale e il premier Scott Morrison ha detto che sarà “al passo” con altri paesi sulla Russia.
  • Ore 4.25 – La Casa Bianca fa sapere che gli Usa imporranno oggi altre sanzioni: “Ci stiamo coordinando con i nostri alleati e partner su questo annuncio”. Ucraina Ore 9.22 – L’Alta rappresentante Ue Josep Borrel: “I ministri discuteranno le mie proposte di sanzioni, la decisione dev’essere presa all’unanimità e sono sicuro che sarà presa all’unanimità”. A Parigi Consiglio straordinario Ue.
  • Ore 9.59 – Kiev chiede sanzioni severe contro la Russia. Il ministro degli esteri Dmytro Kuleba, a Washington, assicura che sta lavorando con i partner occidentali “per imporre sanzioni severe contro la Federazione Russa”.
  • Ore 10.15 – Francia, sanzioni a Russia questione di credibilità. Lo ha dichiarato il sottosegretario francese agli Affari europei, Clement Beaune, al suo arrivo al Consiglio Affari generali a Bruxelles.
  • Ore 10.16 – Di Maio, l’Italia convinta sulla strada delle sanzioni alla Russia: “Quello che è avvenuto ieri con il riconoscimento da parte della Russia delle due regioni separatiste del Donbass è inaccettabile”.
  • Ore 10.44 – L’Irlanda, la Russia subirà gravi conseguenze. Lo ha dichiarato il ministro irlandese per gli Affari europei, Thomas Byrne, al suo arrivo al Consiglio Affari generali dell’Unione europea.
  • Ore 12.41 – Scholz ferma la certificazione del gasdotto Nord Stream 2 aggiungendo che verranno discusse con gli altri alleati, anche gli Stati Uniti, le sanzioni.
  • Ore 12.59 – Von der Leyen, stop a Nord Stream 2 sempre tra le ipotesi di sanzioni: “C’è una parte regolatoria su cui di dobbiamo esprimere come Commissione, dopo che lo avrà fatto la Germania, e c’è una parte, slegata, che riguarda le sanzioni”.
  • Ore 13.23 – Michel e von der Leyen, salda unità per sanzioni. Nel pacchetto contro la Russia c’è anche la proposta di “colpire la capacità dello Stato e del governo russi di accedere ai mercati e ai servizi finanziari e dei capitali dell’Ue, per limitare il finanziamento di politiche crescenti e aggressive”.
  • Ore 13.40 – Mosca, “Sanzioni? Niente di nuovo, come le altre”. Il ministro degli Esteri Lavrov: “L’Occidente mette in campo sanzioni contro la Russia da tanto tempo, non ha inventato nulla di nuovo”
  • Ore 13.46 – Scattano le sanzioni inglesi. Johnson annuncia misure contro 5 banche russe, Rossiayaz Bank, IS Bank, General Bank, Promsvyazbank e Black Sea Bank. E contro 3 oligarchi, si tratta di tre imprenditori miliardari russi. 
  • Ore 15.20 – La ministra britannica Truss: “Stati Uniti e Regno Unito sono uniti al fianco dell’Ucraina” e “insieme imporremo costi pesanti alla Russia”.
  • Ore 15.30 – I ministri degli Esteri arrivano al Consiglio informale a Parigi.
  • Ore 16.00 – Inizio del Consiglio Esteri. Ore 17.00 – Nato, bene sanzioni e stop a Nord Stream. Stoltenberg, accoglie “le sanzioni economiche annunciate oggi” da alcuni alleati della Nato e “la decisione del governo tedesco di congelare il progetto Nord Stream 2”. “Sollecitiamo la Russia, nei termini più forti possibili, a scegliere la diplomazia”.
  • Ore 17.28 – G7 d’accordo su pacchetto sanzioni. “I ministri degli Esteri del G7 condannano con forza la violazione degli impegni internazionali” da parte della Russia e hanno concordato “un duro pacchetto di sanzioni crescenti e coordinate come risposta”. Lo ha scritto in un tweet il capo della diplomazia britannica, Elizabeth Truss.
  • Ore 17.30 – Conferenza stampa dell’Alto rappresentante Josep Borrell e del ministro degli Esteri francese, Jean-Yves Le Drian.
  • Ore 19.00 (italiane)- Il presidente Usa, Joe Biden, parla sulla crisi ucraina e illustrerà le nuove misure come risposta all’ordine del presidente russo, Vladimir Putin, di inviare truppe nelle repubbliche separatiste dell’Ucraina.
  • Ore 21:15 – Conferenza stampa congiunta Blinken-Kuleba dopo il faccia a faccia previsto alle ore 20.00.