È morto il pescatore scomparso in uno stagno in provincia di Oristano

AGI – È stato recuperato intorno alle 14 nello stagno di Cabras il corpo senza vita di Ferdinando Piga, il pescatore di 47 anni, originario di Ghilarza, scomparso venerdì notte nella zona di “Is Aneas”. Sono stati i sommozzatori della Guardia costiera di Oristano, coordinati dal capitano di fregata Giuseppe Siragusa, a individuare il corpo a una settantina di metri dalla riva dello stagno, in un sacca fangosa, poco distante dal luogo della sua scomparsa.

Il corpo di Ferdinando Piga, Paolo, com’era conosciuto a Cabras, è stato recuperato e riportato a riva. Alle ricerche, coordinate dai vigili del fuoco di Oristano, partecipavano stamane anche i barracelli di Cabras e i carabinieri.

In corso sullo stagno di Cabras, nel territorio di #Oristano, la ricerca di un uomo segnalato come disperso dopo una battuta di pesca notturna: sul posto sommozzatori, soccorritori acquatici e topografi dei #vigilidelfuoco #19marzo pic.twitter.com/6TMKmvUNbr

— Vigili del Fuoco (@emergenzavvf)
March 19, 2022

Secondo una prima ricostruzione Ferdinando Piga, venerdì sera, stava stendendo una rete in acqua, quando improvvisamente si è trovato in difficoltà. Probabilmente il suo piccolo gommone di due metri si è sgonfiato. L’uomo ha fatto in tempo a togliersi gli stivali di gomma che indossava, per evitare che gli fossero di impedimento in acqua. Ha gridato per attirare l’attenzione, poi più niente.

È stata la compagna ad allertare i soccorsi intorno alle 20.30. Nella zona sono cominciate le ricerche che avevano portato al ritrovamemto del gommone sgonfio con gli stivali e qualche attrezzo da pesca. Alle ricerche avevano preso parte anche un elicottero del VII reparto volo della polizia, di stanza a Fenosu, e due moto d’acqua, in dotazione alla Questura di Oristano. Da venerdi’ notte, inoltre erano stati impegnati i sub dei vigili del fuoco di Cagliari e diversi pescatori, compresi alcuni pescatori con le loro barche.