È stato aperto il corridoio umanitario a Severodonetsk

AGI – È aperto il corridoio umanitario stabilito dalle forze russe e dai separatisti dell’Est ucraino per evacuare i civili asserragliati nell’impianto chimico Azot a Severodonetsk. Lo ha annunciato il rappresentante ufficiale delle milizie dell’autoproclamata Repubblica popolare di Lugansk, Andrei Marochko, come riporta l’emittente russa Russia Today.