È stato identificato l’uomo che ha sparato nella metro di New York  

AGI – Attraverso la carta di credito persa durante la fuga è stato identificato l’uomo che ha sparato nella metropolitana di Brooklyn: è un 62enne, viene da Philadelphia, si chiama Frank R.James. L’arma usata è una Glock, pistola semiautomatica.

Nessuno dei feriti nella sparatoria a New York è in pericolo di vita. Lo ha riferito la polizia in conferenza stampa, aggiungendo che l’aggressore ha esploso 33 colpi. Dieci persone sono state raggiunte da colpi d’arma da fuoco, mentre altre 13 sono rimaste ferite dopo gli spari. 

NYPD is searching for a person of interest in connection with the Brooklyn Subway Shooting. Frank James, Black male, 5’5″, heavy build

Last seen wearing a gray hoodie & a green construction vest.

Anyone w/ info on his whereabouts is asked to call @NYPDTips: 1-800-577-TIPS pic.twitter.com/5N25iFGHmP

— NYCEM – Notify NYC (@NotifyNYC)
April 13, 2022

Sul luogo dell’attacco alla metropolitana di Brooklyn, oltre alla pistola Glock 17 da 9 millimetri, con cui l’aggressore ha sparato almeno 33 colpi, è stata trovata anche un’accetta.

L’amministrazione americana non “mollerà” fino a quando non avrà trovato l’uomo, ha assicurato il presidente Joe Biden, esprimendo gratitudine ai soccorritori e inviando “preghiere a coloro che sono rimasti feriti e toccati da questo trauma”.

Il sindaco di New York, Eric Adams, in isolamento da lunedì per il Covid, in un video messaggio ha detto: “Non permetteremo che i newyorchesi vivano nel terrore. La violenza non riguarda solo New York ma tutta l’America”. Ma il rischio è che i newyorkesi si abituino al terrore quotidiano.