Erdogan sente Putin: “Pronto a organizzare un incontro con Zelensky in Turchia” 

AGI – Colpiti a Belgorod otto serbatoi di benzina e gasolio nel giorno in cui riprendono i colloqui online tra le delegazioni di Kiev e Mosca. Secondo il ministro degli Esteri russo Lavrov, oggi in India e favorevole alla mediazione di Delhi, i negoziati devono continuare. Ma il Pentagono avverte: si profila un conflitto più ampio e lungo.

Il presidente turco Erdogan è sempre più impegnato nel tentativo di organizzare un faccia a faccia tra Putin e Zelensky. Il presidente turco avrà un colloquio telefonico con l’omologo russo e ha annunciato che potrebbe esserci una data dell’incontro.

Il vertice Ue-Cina si è concluso con la richiesta di Bruxelles di un impegno di Pechino per fermare la guerra. Il presidente cinese, Xi Jinping, ha chiesto di promuovere i colloqui e non allargare i conflitti.

L’Ue ha anche chiesto a Pechino di non interferire nelle sanzioni alla Russia.

Kiev ha annunciato un secondo scambio di prigionieri con Mosca che ha consentito di ripotare a casa 86 soldati, comprese 15 donne.