Fognini-Bolelli fuori in semifinale ma quarti in Race

AGI – Il sogno del doppio azzurro si infrange nella notte romana. Fabio Fognini e Simone Bolelli, i due “chicchi” come si fanno chiamare, non ce la fanno a raggiungere la finale a tentare quindi di entrare nella storia come prima coppia italiana vincitrice del doppio maschile a Roma.

A batterli 6-3, 7-6 i croati Mektic e Pavic, campioni olimpici in carica, vincitori di Wimbledon 2021 ed ex numeri 1 del mondo. La coppia azzurra resta ferma alla semifinale, traguardo che aveva già raggiunto anche nel 2011, quando erano stati battuti dalla coppia statunitense formata da Sam Querrey e John Isner, il “long John” che in finale affronta oggi i croati in coppia con il “corto” Schwartzman.

La semifinale di Roma porta comunque il 34enne ligure e il 36enne bolognese al quarto posto della Race di doppio, grazie anche ai risultati ottenuti in questa prima parte di stagione (vittoria a Rio, finale a Sydney, semi a Miami e quarti agli Australian Open). Un buon biglietto da visita in vista delle Finals di Torino.

Restano Pietrangeli-Sirola, campioni della preistoria del tennis, in epoca pre-Open, gli italiani che hanno fatto meglio a Roma, agguantando la finale. Qualche vittoria di tennisti azzurri c’è stata ma erano sempre accoppiati a colleghi stranieri e non vale per la bandiera.

Fabio e Simone, accompagnati da tanti “Forza Fogna” “Daje Fogna” “Daje Simo” e “Forza Chicchi” del pubblico romano non ce l’hanno fatta a contrastare i due croati che si ritroveranno di nuovo di fronte (a meno che capitan Volandri non decida di schierare di nuovo la coppia Fognini-Sinner, sconfitta da Mektic e Pavic nei quarti di finale nel 2021) all’esordio di settembre in Coppa Davis proprio contro la Croazia.