Home news Cronaca GERBIDO: BRUCIATI RIFIUTI RADIOATTIVI

GERBIDO: BRUCIATI RIFIUTI RADIOATTIVI

54
0
Condividi

La Città Metropolitana ha reso nota la relazione stilata dai tecnici dell’ARPA riguardante l’incenerimento di rifiuti contaminati radioattivi nell’impianto del Gerbido avvenuto nel mese di febbraio.



In base agli accertamenti dell’ARPA, nelle polveri dei fumi sono state rilevate concentrazioni anomale di Iodio I-131, un isotopo utilizzato in ambito sanitario per le radiografie e la radioterapia metabolica e si sarebbe verificata una “gestione non corretta del materiale contaminato”.

“I tecnici dell’ARPA – ha spiegato la Consigliera Elisa Pirro – hanno effettuato un sopralluogo all’inceneritore TRM (la società che gestisce l’inceneritore, ndr), constatando che la radioattività rilevata era dovuta a una gestione non corretta di materiale contaminato conferito all’impianto. Nella relazione l’ARPA dà atto che la società TRM ha già migliorato le proprie procedure. Gli uffici competenti della Città Metropolitana di Torino hanno comunque emanato un provvedimento di diffida, per richiamare la TRM al rigoroso rispetto di tutte le prescrizioni tecniche per la gestione di questi materiali. È stata anche richiesta una corretta analisi della procedure di controllo della radioattività sui rifiuti in ingresso e in uscita dall’impianto, con l’individuazione degli accorgimenti tecnici e gestionali necessari ad impedire il verificarsi di analoghe situazioni in futuro”.

Sebbene non siano riscontrabili, per il momento, rischi per la salute dei residenti, sono state chieste procedure di controllo più restrittive.

GERBIDO: BRUCIATI RIFIUTI RADIOATTIVI ultima modifica: 2017-07-24T15:40:51+00:00 da Redazione Rete 7