Giochi invernali, Pechino si risveglia sotto la neve

PECHINO (CINA) (ITALPRESS) – Adesso sì che l’atmosfera è quella da Giochi Invernali, altro che neve artificiale. Pechino – come Yanqing e Zhangjiakou, gli altri siti olimpici – si è risvegliata oggi rivestita tutta di bianco, con temperatura ben al di sotto dello zero e un’abbondante nevicata ancora in corso. Gli organizzatori si sono subito dati da fare per liberare le strade e consentire la normale viabilità dei mezzi olimpici anche se qualche disagio inevitabilmente si è venuto a creare, con ritardi negli spostamenti. Ma sin dalla prima mattinata cinese era possibile vedere gli uomini dell’organizzazione al lavoro con le pale nonostante qualche difficoltà legata all’imbracatura anti-Covid, alla quale non possono rinunciare sebbene la situazione nella bolla olimpica sia sotto controllo (solo tre nuovi positivi nella giornata di ieri). A Yanqing – 80 km da Pechino sede dello sci alpino – di solito nevica per poco tempo e senza particolari disservizi, mentre in questo caso cade copiosa e di queste dimensioni non si vedeva da tempo. Gli spostamenti ne risentono e infatti sono segnalati ritardi considerevoli, soprattutto dei taxi.
Anche il calendario delle gare ha risentito del maltempo: la seconda prova cronometrata della discesa olimpica femminile è stata cancellata e sono state rinviate ad altra data anche le qualificazioni dello slopestyle donne di freeski, dove era attesa la beniamina di casa Eileen Gu. Il gigante maschile invece è andato avanti come da programma, molti atleti si sono lamentati della scarsa visibilità ma hanno anche riconosciuto che la neve era perfetta per sciare.
(ITALPRESS).