Gli auguri social di Natale della politica, spopolano le parole ‘pace’ e ‘serenità’

AGI – “Pace” e “serenità” sono le due parole più usate. La politica e le istituzioni utilizzano i social per gli auguri agli italiani. A partire dal Quirinale, che usa Instagram e un drone per offrire una suggestiva panoramica a volo d’uccello dal Torrino sino al Cortile d’onore, per poi ‘tuffarsi’ dentro al presepe e tra le decorazioni dell’albero di Natale.

Più classico e più intimo l’augurio del premier.  “Che questi giorni portino gioia, serenità e momenti speciali a voi e a tutti i vostri cari. Auguri di un felice Natale”, scrive Giorgia Meloni, postando in Fb, come altre volte in passato, un abbraccio alla figlia davanti l’albero.

Dal presidente del Senato, Ignazio La Russa, oltre agli auguri di “serenità”, appunto, “un pensiero speciale a chi in questi giorni festivi lavora, a chi è lontano dalla propria famiglia, a chi soffre, a chi trascorrerà le festività in una struttura ospedaliera, a medici e infermieri che se ne prenderanno cura, ai nostri militari impegnati nelle missioni di pace, e alle donne e agli uomini delle Forze dell’ordine che, con la consueta dedizione, lavoreranno per garantire la sicurezza di tutti noi”.

Quello della Camera, Lorenzo Fontana, sempre su Fb, invia a tutti e alle “famiglie” i “più sentiti auguri Buon Santo Natale”, riportando su fondo rosso un famoso passo del Vangelo di Giovanni (1,14): “E il verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi, e noi abbiamo contemplato la sua gloria”.

Il vicepremier e leader della Lega, Matteo Salvini, posta un secondo presepe, dopo quello della vigilia, un’altra Natività tradizionale, Giuseppe, Maria, il Bimbo, con bue e asinello per formulare “cari auguri di Santo Natale a tutti voi Amici”. L’altro vicepremier e segretario di FI, Antonio Tajani, dopo il video messaggio della sera del 24 dicembre in cui ricordava come fosse il primo Natale senza Silvio Berlusconi, sottolinea che “Gesù significa Luce e la sua presenza tra noi significa speranza. Anche per un mondo di pace”.

La segretaria del Pd, Elly Schlein, riporta l’attenzione sui conflitti in atto, soprattutto in Medio Oriente. “L’augurio più importante oggi è un augurio di pace, il nostro impegno per fare tutto ciò che è nelle nostre possibilità per arrivare a un cessate il fuoco immediato, per fermare il massacro di civili, liberare gli ostaggi e poter finalmente costruire la pace – scrive via Fb – questi, specie per chi fatica tutto l’anno, spero siano giorni per trovare serenità con le persone che amate. Ma siano anche dedicati a pensare a chi questa fortuna oggi non ce l’ha, per tante ragioni. Perchè deve lavorare anche oggi e magari per una paga che non basta a vivere, perchè in attesa da troppo tempo per curarsi, o perchè sotto bombardamenti indiscriminati”.

“La serenità può essere veramente tale quando è condivisa, quando non è negata a così tanta parte d’umanità da guerre, ingiustizie e discriminazioni che ci chiamano ad un impegno ancora più forte ogni giorno. Auguriamoci di fermarle”, conclude Schlein. 

“Buon Natale amore mio. Ti amo immensamente”, la frase, seguita da un emoticon, un cuoricino rosso, di Marta Fascina, deputato di Forza Italia, attraverso Fb e Instagram, per ricordare anche lei Silvio Berlusconi, scomparso lo scorso 12 giugno. Il post è accompagnato da una foto in cui i due sono in piedi, accanto a una tavola natalizia, abbracciati e sorridenti.

Matteo Renzi, posta la foto di un suo messaggio scritto a mano, e anche lui non trascura Gaza e i conflitti nel mondo.

“Buon Natale a tutte e tutti. Sono ore di dolore anche e soprattutto nei luoghi della natività in Terra Santa. Sono ore di tensione internazionale ma spero tanto che siano per ciascuno di noi ore di pace, di dialogo, di festa, di pensieri e di abbraccio, e non solo di cibo (e qui traccia un emoticon a penna, quello dello smile). Un pensiero speciale a chi questo anno avverte dolore per qualche posto vuoto (sottolineato) nella tavolata del pranzo. Il posto vuoto di chi magari sta lavorando, è di turno, ma anche il posto vuoto di chi è in ospedale, di chi è all’estero, di chi si è allontanato, di chi è in carcere. Che sia comunque nonostante tutto un giorno di pace, di speranza, di bellezza. Che sia davvero un buon Natale”, il lungo augurio del leader di Iv.

Carlo Calenda, leader di Azione, sceglie la famiglia. Una foto abbracciato ai figli (“i quattro figlioli. E il vecchio padre” il suo commento), e un’altra della vigilia “ballando con mamma sulle note di Bruce Springsteen ‘I’m on fire’. Sì lo so sembra mia sorella, figlia, nipote, etc.”. Maurizio Lupi, Noi moderati, ricorda un dialogo tra Sant’Agostino e Sant’Ambrogio, “la verità è una persona, Gesù Cristo”, e posta la sua foto in polo grigia davanti l’albero di Natale decorato.

Dal ministro Gennaro Sangiuliano una cartolina azzurra in cui campeggia “Buon Natale a tutti gli italiani”, con stretta fascia tricolore in fondo. “Come puoi immaginare una natività”, si chiede su Fb Nicola Fratoianni, leader di Si. “E’ difficile gioire del Natale, quando gli occhi incrociano le macerie di Gaza. Anche i non credenti vorrebbero che Natale fosse nascita e rinascita, innanzitutto della Speranza”, scrive, postando una colomba in volo con ramoscello d’ulivo.