Gualtieri sfida le maledizioni dei romani: “Stiamo migliorando la città”

AGI – Roma, di questi tempi, è tutta un cantiere. E la pazienza degli automobilisti, per non parlare di quella dei turisti e, più in generale, di chi si serve dei mezzi pubblici per spostarsi, è davvero ai minimi termini. “Il problema di Roma non è che ci sono i cantieri ma che ce ne sono stati troppo pochi in passato. Il traffico si riduce proprio con queste opere”, ha detto il sindaco Roberto Gualtieri ai microfoni di Non Stop News su Rtl 102.5.

“Sapevo che mi sarei preso le maledizioni dei romani – ha aggiunto Gualtieri -. E’ evidente che Roma ha bisogno di opere, di infrastrutture, di rifare le strade, le metropolitane, le tramvie e anche di riqualificare il suo spazio pubblico. Ha bisogno di una grande stagione di interventi che sicuramente hanno un impatto ma quello maggiore lo avranno quando cambieranno in meglio la vita delle persone”.

“Non si tratta di chiedere di essere pazienti – ha proseguito il sindaco – ma di comprendere tutti insieme che dobbiamo recuperare il tempo perduto e migliorare concretamente la nostra città. Poi certo, possiamo sempre migliorare, ridurre l’impatto di questi cantieri”. 

A Piazza Pia, per fare un esempio, l’iniziale impatto è stato significativo poi, con degli aggiustamenti, si è ridotto. Abbiamo una rilevazione scientifica quotidiana e dice che il peggioramento dei tempi va dal 20 al 30%, quindi su tragitti di dieci minuti, uno, due, tre minuti”, ha concluso Gualtieri.