Home Cronaca “GUERRA DELLE DISCOTECHE”: CHIESTI 4 ANNI PER ALBERTO MORANO

“GUERRA DELLE DISCOTECHE”: CHIESTI 4 ANNI PER ALBERTO MORANO

36
Condividi

Quattro anni e sei mesi di reclusione è la condanna che la procura generale ha chiesto in Corte d’appello per il notaio Alberto , consigliere comunale a Torino (area centrodestra), processato per episodi riconducibili alla cosiddetta ‘guerra fra discoteche’ del 2016. In primo grado era stato assolto così come tutti gli altri imputati. I pg Giancarlo Avenati Bassi e Gianfranco Colace hanno proposto tre anni per Angelo D’Amico, ex consigliere comunale, e due anni e otto mesi per gli imprenditori Ferdinando Montalbano e Antonio Biondino. Rispetto alle accuse mosse in primo grado i due magistrati hanno modificato l’accusa di corruzione in quella più lieve di abuso in atti di ufficio. Il procedimento ruota intorno a presunti e irregolarità nelle autorizzazioni per l’apertura del . Alla prossima udienza prenderanno la parola gli avvocati difensori.

“GUERRA DELLE DISCOTECHE”: CHIESTI 4 ANNI PER ALBERTO MORANO ultima modifica: 2020-07-01T20:04:17+02:00 da Redazione Rete 7