Honda, alla Design Week di Milano la visione della sostenibilità

MILANO (ITALPRESS) – Honda presenta il suo approccio evolutivo verso un design di prodotto più sostenibile esponendo in anteprima europea i suoi ultimi concept di veicoli urbani elettrificati, SUSTAINA-C concept e Pocket concept, alla Design Week di Milano. Insieme allo scooter SH125i Vetro, i due concept saranno in mostra per evidenziare che è possibile usare materiali innovativi e creare un’estetica dal design esclusivo, riducendo al tempo stesso le emissioni di CO2 generate dal processo di produzione. Questo è uno dei modi con cui Honda intende raggiungere l’obiettivo della neutralità carbonica in tutti i suoi prodotti e attività entro il 2050.
Come già mostrato al Salone della Mobilità del Giappone 2024, SUSTAINA-C concept è un esempio di come la società possa liberarsi dai vincoli delle risorse limitate. Il SUSTAINA-C concept è completato dal Pocket concept, una moto compatta che può essere caricata nel bagagliaio dell’auto per la mobilità dell’ultimo miglio. I pannelli sono prodotti usando resina acrilica riciclata, proveniente da gruppi ottici a fine vita, per ottenere pannelli esterni che non richiedono verniciatura.
In questo modo, Honda ha creato un’esclusiva finitura senza verniciatura, che non sarebbe possibile ottenere con i materiali tradizionali. Questo approccio ai materiali permette di ridurre fino al 45% le emissioni durante il processo di produzione, in parte grazie all’uso di materiali riciclati e in parte perchè i pannelli non richiedono verniciatura, processo che può rappresentare fino all’80% delle emissioni di CO2 generate da uno stabilimento automobilistico. Il modello in esposizione a Milano ha venature bianche e nere, ottenute miscelando colori con diversi punti di fusione nello stampo del pannello, in modo da creare un effetto marmorizzato mentre il materiale si deposita al suo interno. Oltre ad avere un’estetica accattivante, i pannelli dei veicoli sono resistenti alle crepe e hanno la capacità di tornare alla forma originale in seguito a urti minori; inoltre, hanno un’elevata resistenza agli agenti atmosferici e minimo degrado alla luce solare. Sul retro, l’ottima trasparenza della resina acrilica permette di stampare il portellone posteriore del SUSTAINA-C concept da un unico pannello, che agisce come lo schermo di uno smartphone. Il display mini-LED è stato progettato per comunicare con altri utenti della strada tramite semplici messaggi di testo o immagini, offrendo così una potenziale nuova dimensione per il design esterno dei veicoli del futuro.
Infine, l’uso della resina acrilica suggerisce un nuovo possibile approccio alla futura circolazione delle risorse. Secondo il progetto sviluppato in partnership con Mitsubishi Chemical, i portelloni posteriori estratti dai veicoli a fine vita vengono schiacciati e lavorati prima di essere stampati nei pannelli del SUSTAINA-C concept. Questo è uno dei modi con cui Honda intende ridurre l’estrazione delle risorse e rappresenta una parte della sua continua ricerca di tecnologie avanzate di riciclo, a basse emissioni di carbonio, economiche ed efficienti sotto il profilo energetico nonchè della creazione di una catena di valore circolare da veicolo a veicolo. Honda ha già trovato soluzioni per ridurre le emissioni di CO2 nella fase di produzione qui in Europa, come dimostra la versione ‘Vetrò del suo amatissimo scooter SH125i, prodotto nello stabilimento Honda Italia Industriale di Atessa (Italia). ‘Vetrò è un modello in edizione speciale, che include distintive carenature verdi semitrasparenti e non verniciate, la cui produzione permette di ridurre del 9,5% le emissioni di CO2 rispetto alle tradizionali carenature verniciate. Sviluppato in collaborazione con Honda Motor in Giappone, il nuovo materiale è un’alternativa alla plastica ABS, che è usata tradizionalmente per le parti e i componenti non strutturali, e permette di creare una carrozzeria morbida, unificata e un look premium. Marcello Vinciguerra, amministratore delegato, Honda Italia Industriale, ha affermato: “La serie SH125i Vetro è un esempio di come piccole modifiche nell’uso dei materiali possano portare benefici concreti per l’ambiente. Nel nostro stabilimento di Atessa, ci impegniamo a migliorare l’efficienza dei nostri metodi di produzione, inclusa la riduzione delle emissioni prodotte. Siamo quindi molto contenti di poter contribuire a raggiungere gli obiettivi di neutralità carbonica globali di Honda attraverso l’innovazione e lo sviluppo continui del prodotto”.
(ITALPRESS).
– Foto: ufficio stampa Honda –