I prezzi del caffè ai massimi da 10 anni

AGI – I prezzi del caffè sui mercati dei futures sono saliti ai massimi da10 anni, alimentati dalla strozzatura che si è creata nel funzionamento delle catene di approvvigionamento, dal picco della domanda e anche dal clima sempre più secco.

Tra l’altro tutti i maggiori Paesi di produzione (Brasile, Colombia, Vietnam ed Etiopia) registrano in questo momento in un modo o in un altro problemi interni (congestioni portuali, situazione politica critica, condizioni meteo avverse)

Il contratto futures sul caffè Ice Arabica, che traccia il chicco di qualità superiore, a metà mattinata in Europa era sopra i 2,40 dollari per libbra (circa 450 grammi), più del doppio rispetto all’inizio di quest’anno.

Anche l’altro termine di riferimento, quello su Robusta, il secondo contratto futures più importante a tracciare il chicco (spesso di minore qualità ma più ricco di caffeina) è volato anche quello oltre i massimi da 10 anni che erano stati toccati martedì.

Nel 2021 il caffè ha registrato il più grande aumento dei prezzi rispetto a qualsiasi altra merce.