I Trofei Pirelli 2024 in Sicilia per la mitica Targa Florio

MILANO (ITALPRESS) – I trofei Pirelli 2024 arrivano in Sicilia per la Targa Florio: la competizione automobilistica esistente più antica al mondo e nella regione italiana con il maggior numero di iscritti alle serie Pirelli: degli attuali 220 (un record) ben 35 sono piloti siciliani. Nel Pirelli Star Rally 4 Top 2024, giunto al terzo appuntamento stagionale, i favori del pronostico vanno al trio di vertice: il leader piacentino Giorgio Cogni, reduce dal successo al Rally Regione Piemonte, il suo compagno di team toscano Christopher Lucchesi e il veneto Edoardo De Antoni, vincitore a Il Ciocco. Fra gli outsider Denis Vigliaturo, ma anche i numerosi piloti siciliani impegnati con le vetture Rally4 a due ruote motrici, prevalentemente le Peugeot 208, che saranno a loro volta a caccia di punti per il Trofeo Pirelli Accademia CRZ della Zona 9, giunto alla seconda – ma anche l’unica a coeff.2 – delle sei gare previste dal calendario ACI Sport 2024. Fra loro spiccano Ernesto Riolo, figlio del celebre Totò già vincitore assoluto della gara, Giovanni Barreca e Gaspare Agrò. Da seguire con attenzione anche Rosario Cannino (Peugeot 208 R2), già vincitore di categoria lo scorso della serie Pirelli sia di Zona che nella finale di Coppa Italia, che se la dovrà vedere soprattutto con Jerry Pio Mingoia e Giovanni Li Fonti. Molto atteso è anche il confronto fra le Renault Clio Rally5, dove gli uomini da battere sono i trofeisti Andrea Licata ed Emanuele La Torre, attualmente ai primi due posti della classifica stagionale di categoria, senza dimenticare la promettente Federica Campochiaro.
Fra i piloti che sulle strade dell’università dell’asfalto siciliana si affideranno ai Pirelli PZero da ricordare anche altri trofeisti che si sono già imposti nelle scorse stagioni e sono nuovamente ai vertici di categoria della Zona 9 come Michele Antinoro (Peugeot 106 A5) e Salvatore Pio Scannella (Peugeot 106 A6), o gli eterni duellanti Nazzareno Pillitteri e Domenico Morreale con le loro Renault Clio per il predominio nella classe A7, Giuseppe Gianfilippo e Biagio Mingoia fra le Super 1600 e Agostino Craparo fra le Mitsubishi N4.
– Foto ufficio stampa Pirelli –
(ITALPRESS).