Il Cremlino non esclude l’incontro Putin-Zelensky per la firma di un documento

AGI – “So che molte persone in tutto il mondo sono preoccupate per l’uso di armi nucleari. Al momento non vediamo alcuna indicazione che la Russia abbia intenzione di usare armi nucleari in Ucraina, anche se la retorica occasionale della Russia di agitare la sciabola nucleare è di per sé pericolosa ed estremamente irresponsabile”. Lo scrive il presidente americano, Joe Biden, in un lungo editoriale sul New York Times. 

Ha detto ancora Biden: “Continueremo a rafforzare il fianco orientale della Nato con forze e capacità degli Stati Uniti e di altri alleati. Proprio di recente, ho accolto con favore le richieste di adesione alla Nato da parte della Finlandia e della Svezia, una mossa che rafforzerà la sicurezza complessiva degli Stati Uniti e della regione transatlantica grazie all’aggiunta di due partner militari democratici e altamente capaci”.  

Fronte militare: i miliziani separatisti del Lugansk e le unità cecene hanno “completato la pulizia totale della città di Severodonetsk dai nazionalisti ucraini. Lo ha dichiarato su Telegram il leader ceceno, Ramzan Kadyrov.

“I guerrieri della Repubblica cecena, insieme alla milizia popolare dell’Lpr e ad altre forze di sicurezza russe, hanno completato la pulizia totale di Severodonetsk. I soldati sono passati alla fase successiva: un controllo a campione più approfondito delle singole strutture cittadine”, ha scritto Kadyrov.

In particolare, secondo Kadyrov, l’edificio della Direzione principale dei servizi ucraini e il territorio adiacente sono stati completamente sgomberati e, al momento, gli artificieri stanno eliminando gli ordigni esplosivi improvvisati rimasti lì. Kadyrov ha smentito le informazioni secondo le quali le truppe ucraine controllerebbero ancora parte della città. “Il settore residenziale è completamente sotto il controllo dei nostri combattenti”, ha detto il leader ceceno, “sono rimasti alcuni ‘diavoli’ nella zona industriale, c’è stata una grande esplosione e stiamo controllando cosa è successo”. 

L’artiglieria russa ha ucciso oggi quattro persone e ne ha ferite altre sette nel Donetsk. Lo ha dichiarato il governatore ucraino della regione, Pavlo Kyrylenko, su Telegram.