Home Eventi Il fascino delle piante

Il fascino delle piante

7
Condividi

L’Università di Torino capofila in Italia per la Giornata internazionale sulla ricerca del regno delle Piante 

Arriveranno fino alla fine di maggio, gli eventi programmati per sottolineare l’importanza del regno vegetale. Si parte il 22 maggio all’Orto Botanico del Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi (Viale Mattioli 25, Torino), si celebrerà la quinta giornata internazionale del “Fascination of Plants Day” 2019(FoPD), promossa in tutto il mondo per avvicinare quante più persone possibili all’affascinante mondo delle piante e far conoscere quanto è importante la ricerca in questo settore. La manifestazione, che riunisce scienziati di tutto il mondo che studiano il regno vegetale, è promossa dall’European Plant Science Organization (EPSO) che riunisce oltre 220 istituti di ricerca nel settore e, a livello nazionale, vede capofila l’Università di Torino. In più di 70 comuni in tutta Italia laboratori, orti botanici, enti di ricerca, musei e scuole aprono le porte al grande pubblico per far conoscere le piante in tutti i loro aspetti.

In questa occasione, molti paesi del mondo promuovono eventi per il grande pubblico che intendono attirare l’attenzione circa i temi della ricerca sulle piante e il loro ruolo nella vita di tutti noi. In Italia Università, istituti di ricerca, orti botanici, parchi, scuole e accademie, aziende, musei, e altri soggetti sono stati invitati a contribuire preparando iniziative di divulgazione come visite guidate, laboratori, mostre, aperture straordinarie e conferenze per avvicinare la cittadinanza all’affascinante mondo delle piante, sensibilizzando il grande pubblico sull’importanza delle scienze vegetali per la conservazione dell’ambiente, per la salute del pianeta, l’agricoltura e la sostenibilità della produzione alimentare.

Durante il mese di maggio sono in programma più di 150 eventi in più di 70 città italiane, organizzati da università, enti di ricerca, giardini botanici, musei e vivai, che aprono le loro porte per raccontare le meraviglie del mondo vegetale e le nuove applicazioni in ambito scientifico.

Il coordinamento delle iniziative a livello nazionale è affidato a Luisa Lanfranco del Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi, Università degli Studi di Torino e Valeria Bianciotto dell’Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante, CNR.

Ecco quelli previsti all’Orto botanico di Torino

dal 18 maggio al 18 giugno

“Les Doigts En Fleur”

Mostra HotHouse #1 realizzata dall’artista Marina Cavadini e curata da Giovanna Repetto, che fa muovere un gruppo di performer tra le piante dell’orto botanico di Torino alla ricerca di nuove forme di comunicazione. L’approccio interdisciplinare e sperimentale dell’artista stimola un dialogo tra il progetto e il contesto degli orti botanici attraverso un’interazione sia con le specie vegetali sia con gli elementi architettonici delle serre presenti nel sito. Nell’ambito della mostra, scelta per rappresentare l’orto torinese in occasione del FoPD 2019, il 18 maggio sarà proposta una performance dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.

dal 22 maggio

“OrchiDay”

Una giornata per conoscere le orchidee spontanee della nostra flora e le iniziative per tutelarle nell’ambito del progetto europeo LIFEOrchids. Sono previste una mostra fotografica, una conferenza sulle orchidee nell’iconografia botanica, un angolo dedicato al disegno naturalistico, un laboratorio su come diventare «custodi di orchidee» (Referente attività: Mariangela Girlanda);

dal 15 al 24 maggio (9.00/19.00)

“Silva obscura”

Mostra fotografica dove gli alberi sono fotografati da Andrea Genre sotto una luce diversa, infrarossa, a noi del tutto invisibile, ma percepita e sfruttata dalle piante per regolare processi fondamentali come la fioritura e la germinazione. Un breve viaggio in un bosco quasi incantato, lungo sentieri ghiacciati e sotto cieli in fiamme, che risvegliano suggestioni profonde;

22 maggio (15.00/17.00)

“I meravigliosi colori della cellula vegetale: dalla fotosintesi alla riproduzione”

Laboratorio finalizzato a far conoscere i principali pigmenti vegetali e i loro ruoli nelle piante, che vanno dalla fotosintesi al richiamo di organismi animali per l’impollinazione e la dispersione dei frutti e dei semi. L’attività è rivolta a scolaresche e insegnanti che, attraverso un’esperienza diretta, scopriranno la localizzazione dei diversi pigmenti nella cellula vegetale e alcune loro proprietà (Referenti: Silvia Perotto, Elena Martino, Cinzia Bertea, Gianpiero Vigani);

24 maggio (16.00/18.00)

“Fiori dell’anima — La simbologia dei fiori nell’immaginario cristiano”

Evento multidisciplinare in cui semiologi, storici e filosofi dell’Università di Torino esporranno esempi concreti della simbologia dei fiori, e rifletteranno insieme su quale sia il valore generale che il mondo delle piante ha per l’immaginario religioso (Referenti: Gabriele Marino, Jenny Ponzo);

Oltre agli eventi previsti all’Orto Botanico, il 21 maggio si svolgerà a Palazzo Nuovo, nella Sala Lauree di Scienze Umanistiche, in via Sant’Ottavio 20, una conferenza internazionale e interdisciplinare intitolata “Trees in/and/around Literature in the Anthropocene”, che proporrà una serie di riflessioni etiche ed estetiche sugli alberi. L’obiettivo sarà quello di rendere omaggio alla loro materialità e ai loro significati letterali, culturali, etnici, simbolici attraverso l’analisi di testi vari, inclusi i new media.

Per info: info@2019.plantday.it 

Programma Fascination of Plants Day Italia

 

Il fascino delle piante ultima modifica: 2019-05-16T16:03:21+02:00 da Redazione Rete 7