Il Milan pareggia nel finale, 2-2 con la Salernitana

AGI – Finisce 2-2 il match dell’Arechi tra Salernitana e Milan: i rossoneri si salvano nel finale grazie a Jovic. Mezzo passo falso per la squadra di Stefano Pioli, nella prima di Ibra da dirigente, adesso a quota 33 in classifica, a -8 dall’Inter, che gioca domani. Buon pari (anche se amaro per come maturato), invece, per i granata, che hanno riabbracciato in settimana Walter Sabatini e che sono tornati a far punti dopo tre sconfitte consecutive.

Dopo il sonoro ko di Bergamo, Filippo Inzaghi (grande ex di turno) ha deciso di schierare una difesa a quattro, confermato invece l’attacco formato da Candreva e Tchaouna, alle spalle di Dia. Modulo offensivo per Stefano Pioli con Pulisic, Giroud e Leao a comporre il solito tridente: proprio da un’azione personale del portoghese è nato il vantaggio dei rossoneri al 17′, il numero 10 ha messo in mezzo l’area piccola un pallone perfetto per Giroud, il rimpallo ha favorito Tomori che di testa ha superato Costil.

La squadra di Inzaghi ha reagito, al 42′ è arrivata la svolta del match: prima Kastanos ha impegnato Maignan, sul corner successivo Fazio è riuscito a pareggiare i conti con un colpo di testa stavolta imprendibile per l’estremo difensore francese. Il pari agguantato poco prima del duplice fischio ha dato coraggio a una Salernitana parecchio pimpante nella ripresa.

La gara è cambiata nuovamente al 18′ quando Candreva, calciando dalla distanza e da posizione defilata, ha beffato sul primo palo Maignan (chiaro l’errore del portiere rossonero): nella stessa azione Pioli ha perso anche Tomori per un problema ai flessori.

La seconda rete è stata una doccia fredda per Giroud e compagni, i granata hanno invece chiuso a doppia mandata la difesa cercando di sfruttare il momento negativo degli ospiti: al 22′ Mazzocchi ha sfiorato il tris con un tiro di prima intenzione dal limite. I padroni di casa hanno avuto il demerito di non chiudere il match, l’ingresso di Jovic ha cambiato nuovamente l’inerzia della gara: l’ex Fiorentina ha fallito il pareggio (doppio intervento di Costil), poi al 45′ si è girato coi tempi giusti trovando il 2-2.

Nel prossimo turno il Milan ospiterà il Sassuolo; mentre la gara col Verona assumerà un altro contorno per gli uomini di Filippo Inzaghi.