Il ministro della Difesa russo in Ucraina nelle zone occupate. Lanciati 14 missili su Kiev

AGI – Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha ammesso che “in questa fase la guerra è difficile”, ma ha promesso di riconquistare “tutte le citta'” perse; e ha citato espressamente Severodonetsk, Donetsk e Lugansk.

Nel consueto discorso alla nazione a tarda notte, il presidente ha anche sostenuto che l’Ucraina è stata colpita da 45 missili russi nelle ultime 24 ore e ha definito il ‘martellamento’ come un tentativo di fiaccare l’animo del suo popolo. “Ma tutte le nostre citta’ – Severodonetsk, Donetsk, Luhansk- le riavremo tutte”. È stata l’unica volta nel discorso in cui ha menzionato Severdonetsk, che -dopo settimane di brutali combattimenti- è caduta in mani russe.