Il Senato americano ha approvato l’aumento del tetto di bilancio per evitare il default

AGI – Il Senato americano ha approvato – con 50 voti favorevoli e 49 contrari – l’aumento del tetto di bilancio, aggiungendo 2.500 miliardi di dollari, e allontanando il rischio default dei conti federali. Il disegno di legge ora passa alla Camera dei Rappresentanti, un giorno prima della scadenza fissata dal Tesoro.

II voto ha rispettato le linee di appartenenza politica: 50 voti a favore e 49 contrari. Il risultato non era a rischio: democratici e repubblicani avevano raggiunto, la settimana scorsa, un accordo per rendere sufficiente la maggioranza semplice.

In caso contrario, per superare l’ostruzionismo dell’opposizione, sarebbe stato necessario arrivare a 60 voti a favore, impossibile visto che i repubblicani erano contrari in modo compatto. Adesso la legge passerà alla Camera, dove i democratici possono contare su una maggioranza meno risicata.Subito dopo il via libera, il testo verra’ inviato alla Casa Bianca per la firma del presidente degli Stati Uniti, Joe Biden.

È una corsa contro il tempo dopo che il segretario al Tesoro, Janet Yellen, aveva avvertito che andava alzato il tetto del deficit pubblico entro il 15 dicembre, per non far scattare la procedura di default.