In arrivo nuove sanzioni contro la Russia. Telefonate Blinken-Stoltenberg e Draghi-Macron in vista del vertice Nato

AGI – In Russia, “abbiamo un concetto molto chiaro di sicurezza nazionale” che prevede l’uso di armi nucleari “solo in caso di minaccia alla sua stessa esistenza”: lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, rispondendo alla Cnn, in una lunga intervista alla giornalista-star dell’emittente, Christiane Amanpour. “Putin vuole che il mondo capisca le nostre preoccupazioni, abbiamo cercato di spiegarle per due decenni ma nessuno ci ha ascoltati”.

Peskov ha poi aggiunto che, fin dall’inizio, a Mosca nessuno pensava che un’operazione militare speciale in Ucraina avrebbe richiesto un paio di giorni. E ha riferito che l’obiettivo principale dell”operazione speciale’ dell’esercito russo a Mariupol è ripulire la città dalle unità nazionaliste “che usano i civili come scudi umani e uccidono quelli che volgliono uscire dalla città”.

Il presidente ucraino Zelensky, nelle ultime 24 ore, ha sentito al telefono Papa Francesco, al quale ha detto che una mediazione del Vaticano sarebbe accolta con favore e poi si è rivolto in videoconferenza al Parlamento italiano, affermando che per avere la pace “va fermata una sola persona”, riferendosi a Putin, che non ha mai citato. 

Talked to @Pontifex. Told His Holiness about the difficult humanitarian situation and the blocking of rescue corridors by Russian troops. The mediating role of the Holy See in ending human suffering would be appreciated. Thanked for the prayers for Ukraine and peace. pic.twitter.com/wj4hmrTRGd

— Володимир Зеленський (@ZelenskyyUa)
March 22, 2022

Zelensky non ha chiesto armi all’Italia, ma di “congelare immobili e conti, sequestrare gli yacht e congelare gli asset” di funzionari e oligarchi russi che “utilizzano l’Italia come luogo per le loro vacanze: non dovete accoglierli”. E ha avvertito che “l’esercito russo vuol entrare in Europa, influenzare le vostre vite, avere il controllo sulla vostra politica e la distruzione dei vostri valori. L’Ucraina e’ il cancello per l’esercito russo, loro vogliono entrare in Europa ma la barbarie non deve entrare”.  

Sul fronte dei negoziati, il Cremlino ha lamentato “scarsa sostanza” e ha respinto le accuse americane, sostenendo di non voler usare armi chimiche e biologiche. Per preservare le relazioni, “Washington deve smettere di armare Kiev”. Poi, in una nota, ha spiegato che la Russia “non ha ancora raggiunto” i suoi obiettivi, ma tutto “sta andando avanti rigorosamente in conformità con i piani e i compiti stabiliti”.

Giovedì a Bruxelles i vertici Ue e dell’Alleanza. Nella bozza del comunicato finale i 27 capi di Stato e di Governo confermano di essere pronti ad “adottare in maniera rapida ulteriori misure” e si impegnano per “garantire maggiore indipendenza energetica anche con l’acquisto comune di gas”. Anche la Casa Bianca annuncia per giovedì una nuova stretta.