In Austria si progetta l’obbligo vaccinale, la multa ai ‘no vax’ sarà di 600 euro

AGI – In Austria trapela il primo disegno di legge sulla vaccinazione obbligatoria contro Covid-19 che entrerà in vigore dal primo febbraio 2022. La multa per chi non si sottoporrà a vaccinazione entro il 15 marzo 2022 sarà pari a 600 euro, somma che sarà richiesta ogni tre mesi.

Chi rifiuterà il vaccino, ovvero i ‘no vax’ convinti, rischia quindi di dover sborsare una multa annua fino a 2.400 euro. In caso di non pagamento della multa la somma salirà a 3.600 euro.

Potranno evitare la vaccinazione donne in gravidanza, persone con problemi di salute, chi è guarito dal coronavirus da meno di sei mesi, chi si è già sottoposto a tre dosi e i minori di età inferiore ai 14 anni.

I tre passaggi dell’obbligo

L’obbligo vaccinale si compone di tre passaggi: la prima vaccinazione è obbligatoria a partire dal primo febbraio 2022, la seconda vaccinazione non prima di 14 e non oltre 42 giorni dalla prima dose, e la terza vaccinazione (booster) non prima di 120 giorni e non oltre 270 dalla prima vaccinazione. I vaccini riconosciuti dalle autorità sanitarie austriache saranno Pfizer/BionTech, Moderna, AstraZeneca e Johnson&Johnson. La vaccinazione resterà obbligatoria fino ad almeno il 31 gennaio 2024.