Home Gossip Insulti e minacce omofobe a Giovanni Ciacci, che sbotta e chiede una...

Insulti e minacce omofobe a Giovanni Ciacci, che sbotta e chiede una rivoluzione per i social network

11
Condividi

Carta d’identità per aprire un profilo su qualsiasi social network: è questo ciò che ha chiesto a gran voce Giovanni Ciacci su Instagram dopo aver ricevuto l’ennesima offesa omofoba.

“Sono stufo di ricevere minacce e insulti omofobi, di genere, commenti inopportuni e inappropriati sui mei social. Ho chiesto alle autorità competenti di controllare i profili che puntualmente scrivono con tanta cattiveria e violenza, purtroppo possono farci poco se non con un’indagine lunga e minuziosa risalire ai chi è dietro a tanto odio gratuito. Sono sempre profilo privati, chiusi e con pochissimi follower o peggio ancora intestati a bambini minorenni. Forse sarebbe il caso se tutti per aprire i propri profili social dovessimo dare un documento di identità o codice fiscale così da risalire immediatamente agli odiatori seriali che si nascondono sotto falsi profili. Serve con un urgenza questo provvedimento… Ma possibile che nessun social abbia pensato ad una soluzione così semplice quella di certificare tutti i profili? Aiutatemi amici in questa battaglia, perché nel bene e nel male nella vita uno deve sempre metterci la faccia come ho sempre fatto io e no nascondersi dietro a profili fake per difendersi o promuovere questo o quel personaggio”.

Ciacci a dir la verità non è il primo vip a sollevare la questione “carta d’identità sui social network” e la proposta ha già diviso la rete fra favorevoli e contrari.
Al momento però tutto tace.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Sono stufo di ricevere minacce e insulti omofobi,di genere , commenti inopportuni e inappropriati su i mei social.Ho chiesto alle autorità competenti di controllare i profili che puntualmente scrivono con tanta cattiveria e violenza , purtroppo possono farci poco se non con un indagine lunga e minuziosa risalire ai chi è dietro a tanto odio gratuito. Sono sempre profilo privati , chiusi e con pochissimi follower o peggio ancora intestati a bambini minorenni .Forse sarebbe il caso se tutti per aprire i propri profili social dovessimo dare un documento di identità o codice fiscale così da risalire immediatamente agli odiatori seriali che si nascondono sotto falsi profili . Serve con un urgenza questo provvedimento … ma possibile che nessun social abbia pensato ad una soluzione così semplice quella di certificare tutti i profili ? Aiutatemi amici in questa battaglia … perché nel bene e nel male nella vita uno deve sempre metterci la faccia come ho sempre fatto io e no nascondersi dietro a profili fake per difendersi o promuovere questo o quel personaggio … #verità #nofake #profilicertificati #stopalbullismo #stopomofobia #stop @instagram @facebook @twitter @tiktok #help

Un post condiviso da Giovanni Ciacci (@giovanniciacci) in data:

The post Insulti e minacce omofobe a Giovanni Ciacci, che sbotta e chiede una rivoluzione per i social network appeared first on BitchyF.

Insulti e minacce omofobe a Giovanni Ciacci, che sbotta e chiede una rivoluzione per i social network ultima modifica: 2020-01-03T17:17:54+01:00 da Redazione Rete 7