Isola “Immagino Gp Francia con strategie diverse e due soste”

LE CASTELLET (FRANCIA) (ITALPRESS) – Charles Leclerc conquista la 7^ pole della stagione (sedicesima in carriera) davanti alle Red Bull di Verstappen e Perez sul circuito francese del Paul Ricard.
Strategia e gioco di squadra hanno permesso al monegasco di capitalizzare il buon passo gara visto ieri, sfruttando al meglio la scia del compagno Sainz, fuori dal gioco per la pole di oggi causa sostituzione del motore, partirà domani in 19^ posizione.
Tutti i piloti hanno rispettato le previsioni, montando la mescola Soft per tutta la qualifica, mentre nell’ultima sessione di prove libere Verstappen ha mostrato velocità e buon bilanciamento, facendo segnare il tempo più veloce nella FP3 e delle libere in assoluto con la mescola Medium. Meteo anche oggi sugli scudi con temperature stabilmente attestate sui 50 gradi al suolo, mentre a differenza di ieri, alcuni piloti hanno lamentato un notevole incremento del vento in qualifica, con un cambio di direzione capace, almeno in un paio casi, di sporcare le traiettorie delle monoposto. Il Pirelli Pole Position Award è stato consegnato a Leclerc da Jean Alesi, pilota Ferrari dal 1991 al 1995 e da sempre vero idolo francese di ogni tifoso Ferrari.
“Credo avremo strategie differenti in una giornata che potrebbe essere addirittura più calda di oggi”, dice Mario Isola direttore Motorsport Pirelli. Le condizioni climatiche fanno prevedere che l’opzione a due soste possa essere la più gettonata anche se non si può escludere la soluzione con un solo pit stop. Una sosta sola non è impossibile, ma necessita di una gestione certo non facile da ottenere. In caso Medium Hard oppure Hard seguita da Medium con un primo stint molto più lungo. “In teoria una sola sosta da Medium ad Hard è la più veloce, ma ritengo che la maggior parte dei team propenderà per una strategia incentrata sulle due soste, sempre gestendo Hard e Medium – spiega Isola -. Interessante notare che fra i primi, Charles Leclerc è il solo ad avere a disposizione un set di Hard e due di Medium, mentre la maggioranza dei rivali diretti ha due set di Hard e solo uno di Medium. Questo comporterà strategie diverse e in una giornata che potrebbe addirittura essere più calda di oggi”.
– Foto Ufficio Stampa Pirelli –
(ITALPRESS).