Jacobs gareggerà nei 100 metri ai Mondiali di Eugene

AGI – Marcell Jacobs parteciperà alla gara dei 100 metri dei Campionati mondiali di atletica leggera di Eugene. Il due volte campione olimpico dei 100 e staffetta 4×100 ha sciolto la riserva e nella notte italiana tra venerdì e sabato (ore 3,50 italiane) prenderà parte alle batterie.

La decisione è giunta dopo un colloquio tra l’azzurro ed il suo allenatore, Paolo Camossi, triangolato poi con la direzione tecnica della Nazionale, anche alla luce dei segnali confortanti arrivati dal lavoro svolto a Beaverton, non lontano da Portland, dove Jacobs ha completato il periodo di adattamento pre-Mondiale.

Nella serata italiana di oggi, il 27enne sprinter di Desenzano del Garda raggiungerà la squadra al villaggio atleti, situato proprio di fronte all’Hayward Field, lo stadio di Eugene.

Era il primo agosto dello scorso anno quando a Tokyo Marcell Jacobs conquistava lo storico oro olimpico nei 100 metri lasciando sorpreso il mondo intero. A quasi un anno di distanza lo sprinter azzurro torna a sfidare il mondo sulla distanza ‘regina’ dell’atletica leggera. Nella notte italiana tra venerdì 15 luglio e sabato 16, Jacobs andrà sui blocchi di partenza delle batterie dei Mondiali di Eugene.

Semifinale e finale sono in programma il giorno successivo. Per Marcell un avvicinamento alla kermesse iridata decisamente tortuoso. Dopo le gare indoor di febbraio ed il titolo mondiale nei 60 metri a Belgrado battendo gli specialisti statunitensi (questa volta guidati da Coleman, al rientro dopo la squalifica) con tanto di record europeo con 6″41, l’esordio outdoor nei 100 metri il 18 maggio a Savona.

Il doppio impegno in poco più di un’ora – ha corso in 9″99 la batteria ma con vento a favore sopra i 2.0 metri al secondo e la finale in 10″04 – ha provocato un guaio muscolare che lo ha tenuto lontano dalle gare, ma non dagli allenamenti, per 38 giorni. Saltate tre tappe della Diamond League (Eugene, Roma e Oslo), Marcell Jacobs è rientrato alle competizioni a fine giugno per gli Assoluti di Rieti vincendo il suo quarto titolo italiano.

Volato a Stoccolma per gareggiare il 30 giugno in Diamond League, il nuovo stop a poche ore dalla gara causa un dolore al gluteo. L’1 luglio il viaggio negli Stati Uniti dove in questo periodo si e’ allenato nell’impianto del suo sponsor tecnico.