Home news Cronaca L’ETNA COME MARTE

L’ETNA COME MARTE

89
0
Condividi

Un robot che si sposta tra pietre e rocce, un panorama che assomiglia ad un pianeta distante milioni di chilometri dalla Terra uscito da un film di fantascienza. Ma in realtà si tratta di un angolo di territorio sito in Europa, e precisamente il Monte Etna in Sicilia.
Un gruppo di scienziati sta testando sul terreno lavico del nostro vulcano l’operatività di rover e robot che dovrebbero poi venir utilizzati nelle future missioni sulla Luna e su Marte. L’Etna è stato scelto come campo di addestramento dei robot destinati alle missioni spaziali in quanto incorpora tutte le condizioni ambientali ideali, soprattutto nei mesi estivi quando la neve si scioglie e restituisce un terreno roccioso ed ostico. Questi test rientrano in un programma chiamato ROBEX (Robotic Exploration of Extreme Environments) di cui fanno parte Germania, Regno Unito, Stati Uniti e Italia, con l’obiettivo primario di migliorare la strumentazione e i robot destinati ai viaggi spaziali. Tutto è finalizzato a simulare un futuro e ipotetico atterraggio sulla Luna o su Marte, utilizzando questi piccoli aiutanti elettro-meccanici per il trasporto e l’installazione dei diversi strumenti – ha dichiarato Boris Behncke, vulcanologo al INGV di Catania. Gli scienziati sperano di poter utilizzare questi robot per l’esplorazione delle zone più remote dell’Etna, testando così a dovere anche i sensori e gli strumenti montati a bordo. Una prima fase di test è stata completata nella zona Piano del Lago, area desolata e ventosa che si trova oltre quota 2500m. In un prossimo step verranno impiegati anche dei droni e tutti i mezzi saranno utilizzati per le rilevazioni sismiche del luogo.

L’ETNA COME MARTE ultima modifica: 2017-07-05T14:25:38+00:00 da Redazione Rete 7