La campagna per il secondo turno in Francia è già partita. Il faccia a faccia tv previsto per il 20 aprile

AGI – Il ballottaggio finale per l’elezione del prossimo presidente della Repubblica francese avrà come protagonisti Emmanuel Macron e Marine Le Pen, in una riedizione del duello del 2017; stavolta, però lo scontro potrebbe essere molto più serrato.

Secondo l’ultimo sondaggio di Elabe per Bfmtv e l’Express, il capo dell’Eliseo è accreditato alla vittoria finale con il 52 per cento nelle intenzioni di voto contro il 48 per cento in favore della leader del Rassemblement National.

Alle scorse elezioni, Macron ha ottenuto il 66,1 per cento dei consensi, Le Pen solo il 33, per cento. Nel dettaglio, gli elettori di Jean-Luc Mélenchon, che ieri ha fatto un appello a “non dare un solo voto a Marine Le Pen”, si ripartiscono in tre gruppi: il 35 per cento a favore del presidente uscente, il 34 per cento in sostegno alla populista e un altro 31 per cento di astenuti. 

Quasi parità anche tra i sostenitori della repubblicana Valerie Pecresse, la quale si è schierata apertamente per Macron al secondo turno ma solo a titolo personale: il 44 per cento dei suoi elettori dovrebbe seguirla, mentre un altro 40 per cento dovrebbe unirsi a Le Pen.

Come la gran parte dei militanti di Eric Zemmour, ovvero l’86 per cento. Per gli intervistati, inoltre, Macron è il più adatto a ottenere una maggioranza all’Assemblea Nazionale, mentre la candidata dell’estrema destra appare come la figura politica che più vuole cambiare le cose e che comprende meglio i cittadini.