La pandemia nel mondo, ‘effetto’ Omicron 

AGI – Effetto Omicron. I primi casi positivi per la nuova variante del coronavirus si sono moltiplicati in Europa, dove la preoccupazione sta aumentando le restrizioni ai viaggi. E il mondo continua a isolare il Sudafrica.

Dopo Belgio, Gran Bretagna, Germania e Italia, la Repubblica Ceca ha annunciato un primo caso su un paziente Covid-19 ricoverato con sintomi lievi a Liberec. Ad Amsterdam, una sessantina di passeggeri, sbarcati venerdì da Johannesburg e Cape Town, erano ancora in quarantena nei pressi dell’aeroporto. Gli Stati Uniti hanno elogiato il Sudafrica per la sua “trasparenza” dopo la scoperta della variante Omicron. Pretoria afferma però di sentirsi “punita” e trattata ingiustamente, poiché i suoi cittadini sono trattati da “persone non gradite”. In una conversazione telefonica tra il ministro degli Esteri statunitense Antony Blinken e il suo omologo sudafricano Naledi Pandor, “il segretario di Stato Blinken ha elogiato gli scienziati sudafricani per la rapida identificazione della variante dell’Omicron”, ha affermato il ministro del Dipartimento di Stato in una nota. 

In Francia chiunque sia “in contatto” con un altro risultato positivo alla nuova variante Omicron, dovrà essere isolato anche se vaccinato, ha detto il ministero della Salute. Attualmente, in Francia, dove non è stato ancora annunciato alcun caso confermato di questa variante, se una persona è in contatto con una persona infetta da coronavirus, dovrebbe isolarsi solo per sette giorni se non è vaccinata o se il suo programma di vaccinazione è incompleta o è immunocompromessa, secondo l’assicurazione sanitaria.     

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha annunciato sabato di rafforzare le misure di ingresso nel suo Paese al fine di rallentare la diffusione della variante Omicron del coronavirus, di cui due casi sono già stati rilevati nel Regno Unito. “Chiederemo a chiunque entri nel Regno Unito di fare un test Pcr ‘due giorni dopo l’arrivo’ e di autoisolarsi fino a quando non avrà il risultato”, ha detto.    

In Francia sono stati presi tre milioni di appuntamenti per la vaccinazione contro il Covid dopo l’annuncio giovedì dell’estensione della campagna di richiamo all’intera popolazione adulta. Nel Paese la dose di richiamo è aperta a tutti gli adulti del Paese. 

Quasi 20mila persone hanno manifestato sabato in Francia contro il pass sanitario, per il ventesimo fine settimana consecutivo di mobilitazione, secondo i risultati del ministero degli Interni, di cui oltre 3.500 a Parigi. Il ministero ha registrato 155 azioni su tutto il territorio, contro 158 azioni e 23 mila manifestanti sabato.      

In Portogallo con quattordici giocatori assenti a causa del Covid, il club del Belenenses è stato costretto a schierare una squadra composta da soli nove calciatori per affrontare sabato in campionato gli undici del Benfica, una partita della “vergogna”, hanno urlato i tifosi, interrotta poco dopo l’intervallo. “E’ stato un peccato giocare qui stasera”, ha detto Rui Pedro Soares, presidente del Belenenses, dopo aver reso omaggio alla dignità dei “giocatori che sono stati costretti a giocare“.  La pandemia ha ucciso almeno cinque milioni di persone in tutto il mondo dalla fine del 2019, secondo un rapporto stabilito dall’AFP da fonti ufficiali venerdì.

La Svizzera, che sta affrontando un referendum sulle restrizioni anti-Covid, ha deciso di aumentare i Paesi in provenienza dai quali occorre mettersi in quarantena. Oltre a Hong Kong, Israele e Belgio, da oggi la lista comprende anche Gran Bretagna, Repubblica Ceca, Paesi Bassi, Egitto e Malawi, secondo quanto annunciato dal ministero elvetico della Salute citato dal Guardian. Due giorni fa, Berna aveva già vietato tutti i voli diretti dal Sudafrica e imposto restrizioni da altri Paesi: solo i cittadini svizzeri o quelli con un permesso di soggiorno nell’area Schengen hanno diritto di arrivare nella Confederazione. 

In Australia la variante è stata individuata attraverso il test su due persone in arrivo a Sydney dall’Africa del Sud. Le autorità sanitarie del nuovo Galles del Sud hanno annunciato di aver effettuato test genomici e di avere rilevato la variante. Nel Paese da 25 milioni di abitanti, dall’inizio della pandemia si sono registrati 207.984 casi e 1994 decessi e sono finora state somministrate 39 milioni di dosi di vaccino. 

Gli Stati Uniti sono il Paese più colpito con 776.517 morti, davanti a Brasile (613.957), India (467.468), Messico (293.449) e Russia (270.292). L’Oms stima che il bilancio della pandemia nel mondo potrebbe essere da due a tre volte superiore a quello calcolato dai dati ufficiali.